Stilisti siciliani in passerella a Palermo: le foto della sfilata allo Spasimo

PALERMO. Una passerella lunga 35 metri dove 25 modelle professioniste hanno indossato le proposte di otto stilisti siciliani.

Cinque i led wall che hanno illuminato l’atmosfera, per una quadratura complessiva di 80 metri quadrati.

Moda che si fonde con arte, teatro, danza e jazz per andare oltre la semplice sfilata. Si chiama IAF Influence of Art on Fashion la kermesse in scena allo Spasimo patrocinata dal Comune di Palermo, dall’assessorato comunale alla Cultura, dalla scuola Politecnica dell’Università e dall’Accademia delle Belle Arti.

Riflettori puntati sulla navata principale della chiesa cinquecentesca nel cuore della Kalsa (piazza Carlo Maria Ventimiglia 13), dove hanno sfilato stilisti e marchi con l’obiettivo di promuovere l’immagine della città agli occhi di palermitani e turisti.

I selezionati ospiti hanno potuto assistere gratuitamente alla sfilata, ideata da Francesca Burgio e prodotta dall’Associazione culturale Eventi Cult Communication & Marketing con la regia di Roberto Capone.

Ospite Souhir Ben Saad la stilista algerina, tunisina d’adozione, più apprezzata dal mercato medio orientale con il suo brand Esthere Maryline e il corpo di ballo algerino di Sabah Ben Zaied.

Protagonista, dopo anni di assenza a Palermo, anche l’eclettico e giovane couturier catanese Giovanni Cannistrà.

Numerosi i momenti di intrattenimento tra un brand e l’altra.

La voce di Stefania Blandeburgo, conduttrice dell’evento insieme alla giornalista Nadia La Malfa, si è alternata tra recitazione e presentazione.

“Superando gli schematismi ormai abusati del semplice defilé - spiegano la produttrice Francesca Burgio e il regista Roberto Capone - abbiamo voluto ricreare un evento polivalente, capace di sottolineare la capacità che hanno la moda e l’arte, opportunamente collegate tra loro in una sintesi scenica, di trasmettere ai loro fruitori antiche e sensibili espressioni di gusto attraverso l’eleganza e la raffinatezza degli abiti nel segno di una tradizione miscelata all’innovazione. Vogliamo regalare al pubblico indimenticabili emozioni con i numerosi momenti di spettacolo”.

La serata si è aperta con aperitivo e performance del duetto Sergio Munafò (chitarra) e Tony Piscopo (voce).

In esposizione le opere di Beatrice Feo Filangeri con la sua mostra pop art barocca “Maestoso Pop Barocco”. In mostra anche l’handmade di Carlo Caruso e le sue riproduzioni di mobili dei primi del 900 realizzati dal Basile e alcune opere degli scultori Alessandro Castigliola e Dalila Belato selezionate dalla galleria d’arte Bobez.

Tra i marchi in passerella Passi e Passetti (i baby modelli sfileranno con le collezioni Liu Jo, Pinko, Met), Anais (con Blumarine e Moschino), Quartararo (calzature e accessori), See Store Sicily (moda mare uomo Armani), Maria Pia Di Gaudio (haute couture), Giovanni Cannistrà (haute couture), Atelier Martorana (pret à porter e haute couture), Maison Esther Maryline (haute couture made in Tunisie), Vitussi (brand accessori di Vito Petrotta Reyes).

E, ancora, i giovani stilisti emergenti selezionati dall’ente di formazione professionale dei mestieri Euroform Simona agnello, Marianna Abbate, Alberto Cangialosi, Valeria D’Aleo, Xin Yang.

Nel corso della serata si è esibito l’attore Paride Benassai e il soprano Igani Simin. Le colonne sonore sono a cura di dj Pex.

Il look delle modelle è stato curato dagli hair stylist Elio tessitore e Alessandro Palmeri. Quello dei modelli, invece, da Serafino Campagna.

Durante la serata è stato sorteggiato un fine settimana nell’isola di Vulcano nel lussuoso resort Mari del sud.

Foto di Danilo Troia

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X