Bortoluzzi: dopo la gara col Bologna
finita la speranza di salvezza

PALERMO. Anche Bortoluzzi sa che ormai è finita e che la partita con la Fiorentina non è altro che una partita già segnata. Il tecnico rosanero, però, in sala stampa cerca di tenere alta la guardia e pensare solo al campo.

“Nella mia vita e carriera ho sempre lavorato puntando alla professionalità, ciò significa che le sconfitte vanno accettate e ciò che deve essere importante è reagire in maniera positiva. Una partita come quella contro la Lazio lascia dei segni, ma i giocatori devono scrollarsi di dosso questi e far si che queste cose non accadano più, anzi mettere il doppio dell’attenzione nella partita successiva. Quando succedono queste cose, ognuno può dire quello che pensa, io le risposte le aspetto dai ragazzi. Solo con l’applicazione nel lavoro puoi cambiare e reagire. Ognuno di noi deve fare di più, giocatori e non”.

Bortoluzzi si esprime sull’ormai retrocessione: “E’ già in aria da tempo. C’era soltanto speranza, ma dopo il Bologna non ci sono stati più spiragli, adesso è quasi definitiva. Questo blocco di salvarci a tutti i costi adesso vien meno e può anche essere una cosa positiva. Siamo in Serie A e ci sono altre 5 partite davanti, se non te li da questo gli stimoli, non so cos’altro. Ciascun giocatore deve farsi vedere pronto e capace di far parte del Palermo del prossimo anno. Bisogna dare il 100% qualsiasi sia il risultato e la situazione, ognuno deve avere un obiettivo anche in questa fase”.

Ancora sulle parole di Baccaglini  nel comunicato del 25 aprile: ”Rifondazione Palermo? Questo spetta alla società e chi rimarrà qui bisogna vederlo in campo, anche in queste situazioni difficili. Vedere personalità forti in questo periodo è una cosa di cui la società terrà conto. Loro ci mettono del loro meglio per salvare il finale di stagione. Io guardo i giovani con un occhio diverso perché rappresentano il futuro, ma da tutti mi aspetto risposte in allenamento e se ci sono, giocano. Ma guardo anche alla partita che vado ad affrontare, non vale solo la futuribilità”.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X