SAN GIUSEPPE JATO

Corteo davanti bar di un pregiudicato, il sindaco va via

di

SAN GIUSEPPE JATO. La processione del «Cristo morto» fa sosta davanti al bar di un pregiudicato ed il sindaco Davide Licari ed il maresciallo dei carabinieri lasciano il corteo.

Sembra che non ci sia stato nessun inchino di riverenza, ma quella fermata «sospetta» in corso Umberto I, durata qualche secondo, è bastata per spingere le forze dell’ordine e il primo cittadino a lasciare la processione. I primi a notare qualche anomalia sono stati i carabinieri, che hanno avviato immediatamente le indagini.

L’ipotesi finora più accreditata è che si sarebbe trattato di una «coincidenza». «Nel dubbio – spiega il sindaco Licari – ho preferito andare via. In questi anni abbiamo lavorato per riscattare l’immagine delle nostra comunità ed il solo sospetto che qualcuno possa riportarci indietro mi ha fatto prendere quella decisione».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X