OPEN FIBER

Enel, a Palermo in 3 anni banda ultra larga in tutta la città

PALERMO. "Palermo è tra le prime dieci città in cui arriverà Open fiber di Enel con fibra ultra larga. Passeranno alla fibra ottica tutte le infrastrutture comunali. L'investimento è di 90 milioni di euro in tre anni e daremo lavoro a mille persone che lavoreranno a questa rete". Lo ha detto Giuseppe Lo Verso, city manager di Open fiber, all'evento #socialcity sulla banda ultralarga Open fiber di Enel e le nuove modalità di comunicazione pubblica via web e social network.

Sono già state collegate con l'ultra fibra 14 mila abitazioni di Palermo. "Entro dicembre - ha proseguito Lo Verso - arriveremo a 100 mila abitazioni coperte. Per poi concludere il progetto in tre anni. I vantaggi sono innumerevoli, il programma interessa tutte le otto circoscrizioni di Palermo.

Non ci saranno zone escluse. Per quello che è possibile utilizzeremo le infrastrutture esistenti ma in altri casi dovremmo fare scavi cercando di creare meno disagi possibili. Possiamo fare scavi e ripristini nello stesso giorno. Per questo abbiamo già preso accordi con il Comune".

Con la tappa a Palermo, stamattina a villa Niscemi, prosegue il percorso in cinque città italiane e con il patrocinio dell'Anci, per raccontare i nuovi servizi per i cittadini attraverso l'infrastruttura di banda ultralarga Open fibre di Enel e le nuove modalità di comunicazione pubblica via web e social network.

Il percorso #socialcity, ideato da cittadiniditwitter.it, prima testata online dedicata alla nuova comunicazione pubblica, nasce con il contributo di Enel Open Fiber, impegnata a portare la banda ultralarga in tutta Italia e in collaborazione con Anci, l'istituzione rappresentativa della quasi totalità degli ottomila Comuni italiani, da sempre impegnata nello sviluppo e nella promozione di servizi innovativi verso i cittadini.

Anche a Palermo la velocità della banda ultra larga ha permesso grandi passi avanti nelle comunicazione all'interno degli enti e tra gli enti. "Tredici uffici comunali - ha detto l'assessore comunale all'Innovazione, Gianfranco Rizzo - sono collegati con banda larga, questo permette di fare funzionare meglio la macchina comunale e accorciare anche i tempi della burocrazia. Il secondo livello è quello del Wi-Fi in città e ci stiamo lavorando, così come alla digitalizzazione dei servizi della città".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X