1-3 AL BARBERA

Il Palermo crolla pure col Cagliari, tramonta il sogno salvezza

di

PALERMO. Il Palermo continua a perdere e questa volta probabilmente ufficializza la resa. L’Empoli torna sconfitto da Roma, ma i rosanero non ne approfittano nemmeno questa volta, contro un Cagliari già salvo e apparentemente con meno motivazioni rispetto ad una squadra che doveva mangiarsi l’erba e che invece dopo il solito vantaggio si è sfaldata alla prima disattenzione difensiva.

Il Cagliari vince 3-1 e mette a nudo tutti i limiti di una squadra che merita ampiamente la classifica che ha e quindi la retrocessione in B. Il solito gol dell’illusione lo segna Gonzalez, il Palermo sfiora in un paio di occasioni il raddoppio ma poi nella ripresa esce di scena dopo il pari cagliaritano con Ionita.

Ai rosa iniziano a tremare le gambe e Borriello, bestia nera dei siciliani, segna il gol che manda al tappeto la formazione di Lopez. Ionita chiude nel finale. I tifosi, a questo punto, non sperano altro che la matematica condanni questa “squadra” e che i proclami di Baccaglini siano veritieri e autentici.

La cronaca: Diego Lopez cambia tutto, in porta conferma per Fulignati, Trajkovski schierato in avanti assieme a Nestorovski, in difesa si rivede Vitiello; Cagliari con la coppia Sau-Borriello. Ritmi bassi all’inizio, le due squadre si studiano. Il Palermo – incoraggiato dai pochi tifosi presenti – cerca di giocare palla sugli esterni. Al 12’ Chochev scodella una buona palla in mezzo ma nessuno riesce a deviare sotto porta. Al 21’ rosa pericolosi, Nestorovski a giro e miracolo di Rafael. Al 26’ il Palermo la sblocca, angolo battuto bene da Trajkovski, Chochev la spizzica e Gonzalez da due passi appoggia in rete. Cagliari vicinissimo al pari con Sau che tutto solo si fa ipnotizzare da Fulignati, grande intervento. Il Palermo prende coraggio e inizia anche a giocare bene, Chochev sfiora il raddoppio di testa, Rafael salva sulla linea. Poi gran tiro di Pezzella, sempre Rafael salva miracolosamente. Un buon Palermo chiude il primo tempo tra gli applausi.
Ripresa, nessun cambio da parte dei due allenatori. 48’ e il Cagliari pareggia, palla in mezzo su angolo e Ionita di testa batte Fulignati, dopo un contrasto tra Chochev e Goldaniga, consueta disattenzione difensiva.  56’ Borriello di testa sfiora il gol, Fulignati era già battuto. Dopo due minuti però il Cagliari riesce a segnare la rete del vantaggio, in difesa il Palermo è imbarazzante così in un rimpallo ne approfitta il solito Borriello che scarta Fulignati e mette dentro la palla dell’1-2. Lopez mette dentro Balogh al posto di Gazzi. Come sempre il Palermo si sfalda, caos e poca logica in mezzo al campo, difesa da brividi. I minuti scorrono e il Cagliari gestisce lo score senza problemi. Dentro anche Sallai al posto di Vitiello. Nel finale arriva la doppietta di Ionita, Palermo che esce tra i fischi, la B è sempre più vicina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X