PALERMO

Omicidio Fragalà, uno degli arrestati si difende: tutta una montatura

di
arresti, omicidio, Palermo, Enzo Fragalà, Palermo, Cronaca

PALERMO. Si sono tutti avvalsi della facoltà di non rispondere tranne Francesco Castronovo, i sei indagati arrestati ieri per  l'omicidio dell'avvocato Enzo Fragalà, ucciso il 26 febbraio del 2010. Il legale morì dopo tre giorni di agonia all'ospedale Civico. Secondo quanto ricostruito Fragalà sarebbe stato ucciso perché avrebbe spinto alcuni suoi clienti a collaborare con la magistratura.

Antonino Abbate, Salvatore Ingrassia, Antonino Siragusa, Paolo Cocco e Francesco Arcuri hanno preferito non rispondere davanti al gip Fernando Sestito e il pm Caterina Malagoli. L’unico a parlare è stato Francesco Castronovo che si è difeso dicendo che quanto raccontato dal collaboratore Francesco Chiarello è tutta una montatura.

Enlarge Dislarge
1 / 6

Antonino Abbate

Antonino Abbate

Salvatore Ingrassia

Salvatore Ingrassia

Antonino Siragusa

Antonino Siragusa

Francesco Arcuri

Francesco Arcuri

Francesco Castronovo

Francesco Castronovo

Paolo Cocco

Paolo Cocco

Castronovo ha detto di non aver partecipato ai pestaggi, nemmeno quello con il martello descritto nell’ordinanza (che sarebbe avvenuto circa tre mesi dopo l’aggressione a Fragalà). Secondo l’indagato, Chiarello avrebbe inventato tutto perché geloso del rapporto che lui aveva con la moglie del collaboratore.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Palermo: i più cliccati