Sposi visitano la Camera delle Meraviglie nel giorno delle nozze: a Palermo si avvera il sogno di Adriana e Salvo

PALERMO. Sono lucidi gli occhi degli sposi.

Traboccano di emozione mentre i fotografi immortalano il loro ingresso nella Camera delle Meraviglie, la stanza con decori arabi di via Porta di Castro nel centro storico di Palermo.

Da due anni, Adriana aveva sognato questo momento: entrare in questa stanza magica in abito bianco assieme al suo Salvo nel giorno delle nozze.

Il blu intenso delle pareti e le scritte oro e argento l’avevano colpita.

Gli sposi, entrambi palermitani, sono arrivati in via Porta di Castro dopo la funzione religiosa che si è svolta nella chiesa dell’Immacolata Concezione al Capo.

Adriana Leone lavora alla scuola dell’infanzia “Bilò il circolo dei bambini”, mentre Salvo Lo Verde è responsabile del personale del circolo nautico Costa Ponente.

L’abito bianco con lo strascico della sposa è un colpo d’occhio mentre sale l’elegante scala dell’edificio di via Porta di Castro dove al secondo piano si trova la Camera delle Meraviglie.

Accanto a lei, in completo scuro, lo sposo.

Ad accoglierli i padroni di casa, Valeria Giarrusso e Giuseppe Cadili assieme al loro bambino, Antonio Tancredi di sei anni.

“Sin dal primo momento che ho visto questa stanza sono rimasta affascinata dalla sua straordinaria bellezza – confessa la sposa -. Non solo. Appena sono entrata ho provato dentro una sensazione di energia positiva e subito ho pensato che quando mi sarei sposata mi sarebbe piaciuto fare le foto in questo luogo magico. Ho coinvolto mia madre, anche lei “innamorata” di questa stanza, che ha contattato la proprietaria”. “Avevamo già cominciato i preparativi per le nozze - prosegue la sposa – e quando ho saputo che la mia richiesta era stata accolta ho provato dentro una forte emozione. La storia di questa scoperta è davvero straordinaria, ho letto tutte le notizie che via via venivano pubblicate, soprattutto gli sviluppi delle ricerche degli studiosi dell’università di Bonn. E’ davvero una stanza unica, sono felice di aver potuto fare le foto nella Camera delle Meraviglie in questo giorno per noi così importante”.

Gli sposi hanno fatto pure qualche scatto nei saloni della dimora ottocentesca dalle volte liberty e i pavimenti in maiolica.

“Quando mi ha telefonato la mamma della sposa sono rimasta piacevolmente sorpresa, era la prima volta che qualcuno ci faceva una richiesta simile – dice Valeria Giarrusso - e ho dato subito il mio assenso. Anzi ho aggiunto: è il nostro regalo di nozze. A noi fa molto piacere che una coppia di sposi, fra le tante bellezze architettoniche della nostra città, abbia scelto la stanza araba per fare le foto nel giorno del matrimonio. La Camera delle Meraviglie diventa una sorta di testimonial della nascita di questa nuova famiglia”.

Agli sposi i proprietari hanno donato il libro “La Camera delle Meraviglie” realizzato due anni fa. E non solo. Il loro bimbo ha voluto salutare in maniera speciale Adriana e Salvo: con i suoi pupi siciliani ha messo in scena un breve spettacolo e ha concluso la performance con un caloroso:

“Evviva gli sposi”.

© Riproduzione riservata