LAVORO

Slittano stipendi di 2.600 ex Pip: "Si scherza coi più deboli"

PALERMO. Circa 2.600 ex Pip sono rimasti senza lo stipendio di febbraio. Mancano all’appello tra i 100 e i 150 mila euro che la Regione, in attesa del bilancio, aveva utilizzato per pagare l’Irap, avendo utilizzato il metodo dei “dodicesimi”.

Le spettanze che da convenzione devono essere versate entro il 15 di ogni mese, anche questa volta ritarderanno. “La Regione continua a scherzare con la vita e con le difficoltà dei più deboli soltanto per logiche politiche e di accordi di partitocrazia. Crocetta vada a casa se non è in grado di fare una finanziaria”, dichiara Giovanni Tarantino, segretario regionale del sindacato Asud. “Adesso per pagare gli stipendi di febbraio - continua Tarantino - sarà utilizzato il capitolo relativo ai dodicesimi di marzo e così anche il mese prossimo i pagamenti slitteranno”. Intanto stamattina due rappresentanze dei lavoratori ex Pip hanno protestato con blocchi stradali in piazza Indipendenza e davanti all’assessorato regionale al Lavoro, in via Praga.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook