CONFARTIGIANATO

Lustrascarpe a Palermo, selezionati in sedici: c'è anche un laureato, molti i diplomati

di

PALERMO. Oltre settanta le domande di partecipazione per un posto di lustrascarpe. In sedici hanno passato la selezione: un laureato, tanti diplomati di età compresa tra i 20 e i 61 anni.

Dodici uomini e quattro donne, che oggi pomeriggio si troveranno di fronte a un notaio palermitano, che renderà il servizio gratuitamente, per dare vita alla cooperativa Shoeshine 2.0.

Prende corpo il progetto di Confartigianato sul rilancio degli antichi mestieri e sulla nascita di una nuova generazione di Sciuscià. Nunzio Reina, storico presidente dell’associazione che riunisce gli artigiani palermitani, ha tirato fuori dal cilindro un versione moderna del lavoro di lustrascarpe.

E non a caso quel 2.0 sta indicare che nella nuova versione, i lustrascarpe avranno alleati i social media, la pubblicità, l’alleanza con i marchi e le aziende del mercato delle scarpe e dei prodotti per la lucidatura e il trattamento delle pelli.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook