CALCIO

Palermo, Lopez è ottimista: "Grande partita, preso un punto all'Empoli"

Calcio, palermo calcio, SERIE A, Palermo, Qui Palermo
Diego Lopez

PALERMO. Diego Lopez punta sulla speranza, l'amarezza per il pareggio raggiunto dalla Sampdoria nel finale è già passata. Bisogna guardare avanti, se si vuole puntare alla salvezza. «Al termine della partita - ha detto il tecnico - eravamo tutti delusi, però bisogna dire che loro hanno giocatori di grande qualità davanti. Abbiamo giocato una grande partita e non era semplice. Penso che i ragazzi l’hanno interpretata al meglio; nel complesso la squadra ha giocato bene». Il Palermo non è stato abbastanza cinico e non è riuscito a realizzare il raddoppio. Problemi in attacco ormai cronici.

«Dobbiamo far gol - ha sottolineato Lopez - e non possiamo andare avanti pensando che possa segnare solo Nestorovski, serve realizzare e oggi abbiamo dimostrato di poter creare molto. Prendere gol alla fine non è bello, ma io penso che abbiamo preso un punto dall’Empoli e credo che possiamo giocare così anche fuori casa. Non sono soddisfatto per il punto, ma dobbiamo tenercelo stretto e pensare che abbiamo accorciato, dobbiamo continuare a testa alta e rubare punti da qui alla fine». Lopez ha puntato su Sallai e Balogh: «Hanno giocato bene - ha concluso - sono bravi, ma non solo in fase d’attacco, anche in fase offensiva. Mi serviva qualcuno che supportasse Nestorovski: oggi il macedone è andato in doppia cifra. In Serie A è un numero importante».

Marco Giampaolo ammette i meriti del Palermo e sottolinea i demeriti dei suoi. «Il Palermo ci ha imposto il suo gioco, fino all’80' siamo stati cloroformizzati - ha spiegato - Il pubblico del Barbera ha spinto la squadra rosa che, ripeto, ha fatto la sua partita. Noi però dovevamo svegliarci, e lo abbiamo fatto tardi. Potevamo fare meglio, abbiamo avuto qualche occasione all’inizio. Abbiamo giocato sotto ritmo e ci siamo adeguati alla condizione del Palermo. Siamo stati bravi e fortunati a metterla in piedi alla fine, ma dovevamo giocare meglio».

Il tecnico blucerchiato ha azzeccato i cambi. Decisivo, in particolare, l'inserimento di Muriel. «Volevo riprendere il risultato cercando nella panchina l’uomo che mi desse qualcosa in più. Schick ha fatto una buona gara - ha concluso - ma oggi collettivamente abbiamo reso poco: è ovvio che anche la prestazione del singolo, a quel punto, ne risente».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X