Comunali 5stelle a Palermo, presentati i candidati delle liste. Forello: siamo pronti

PALERMO. È arrivato in bicicletta il candidato sindaco del M5S Ugo Forello nell'istituto Padre Messina a Palermo per presentare i candidati nella lista pentastellata alle amministrative di primavera. Centinaia i supporter che sventolano le bandiere M5s.

«Inizia un percorso che non si esaurirà con le elezioni ma dovrà continuare nei prossimi cinque anni. L'amministrazione 5 stelle - ha detto Forello - avrà bisogno dei cittadini e li renderà partecipi non solo durante il periodo elettorale ma anche durante l'amministrazione 5 stelle, siamo pronti».

A chi gli ha chiesto quali potrebbero essere gli effetti dopo le polemiche per l'inchiesta sulle presunte firme false della procura di Palermo, alle comunali di 5 anni fa, Forello ha risposto: «Non avranno alcun effetto lo dimostra, questo luogo poco conosciuto dai palermitani che vede centinaia di persone radunate qui. Il M5S è l'unica alternativa ai partiti di vecchia data ai cittadini di scegliere».

E sull'ipotesi di un ingerenza del leader Beppe Grillo, Forello ha detto: «Non ha mai visto questa ingerenza; la nostra è una splendida esperienza». Alla kermesse sono presenti anche i deputati regionali del 5 stelle e il parlamentare nazionale Vito Crimi e due degli otto sindaci eletti dai 5stelle in Sicilia.

«Molti mesi fa dicevano che non avremmo avuto la forza di fare una lista. È inutile rinnegare che ci sono state delle polemiche ma il fatto che siamo qui dimostra che siamo pronti a governare. Fare politica significa questo: mettere le mani nel fango e uscirne. È quello che è successo, anche ieri a Roma». Lo ha detto l'ex capogruppo del movimento 5stelle Giancarlo Cancelleri intervenendo dal palco alla kermesse per presentare alla città il candidato a sindaco e i candidati nella lista per il Consiglio comunale dei cinque stelle alle amministrative di primavera.

Il riferimento è alle polemiche dei mesi scorsi e alle tensioni interne al M5S locale dopo l'inchiesta della Procura di Palermo sulle presunte firme false alle comunali di 5 anni fa.

«È la prima volta che non ci saranno simboli di partito nelle liste per le comunali perchè stanno diventando imbarazzanti e simbolo di ruberia. Si nascondono ma diciamolo: Orlando è il candidato del Pd, che lo dicesse, almeno sappiamo con chi confrontarci. Ferrandelli è il candidato di Forza Italia. Il movimento 5stelle dall'ultimo paese alla capitale invece mette sempre il proprio simbolo».

riprese e montaggio di Salvatore Militello

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X