PALERMO

"Parte del programma copiato dal sindaco di Segrate", La Vardera: in buona fede

di

PALERMO. Incidente di percorso per il candidato a sindaco di Palermo, Ismaele La Vardera. Parte del suo programma risulterebbe identico a quello di Paolo Micheli, candidato alla poltrona di primo cittadino di Segrate, provincia di Milano, nel 2015.

“Sono i giovani il futuro della nostra città”: inizia così la parte del programma dedicato ai giovani e identico al candidati lombardo. “I loro talenti sono preziosi per la comunità – prosegue - . È anche ai giovani che la politica deve rivolgersi, ponendo attenzione ai loro problemi e alle loro esigenze. Non solo: sono i giovani che devono potersi rivolgere alla politica, ossia agli amministratori pro-tempore della loro città, per esprimersi e collaborare”. Tutto identico, anche nella punteggiatura.

Il sito www.ismaelesindaco.it risulta al momento non raggiungibile. “Ci scusiamo per il disagio – si legge sul sito - ma la tanta affluenza sta mettendo a sura prova i nostri server. Torniamo presto online”. Ma diversi utenti sono riusciti a fare la foto al testo del programma quando ancora il sito funzionava e sta già facendo il giro del web.

Non sarebbe solo il punto sui giovani a essere copiato. Anche quello sugli anziani ad esempio è uguale al programma di Micheli. “Il crescente numero degli anziani della nostra città è una risorsa importante”… e via uguale parola per parola. Stesso discorso per il punto sui disabili: “L’accessibilità alle strutture della città e ai servizi da parte delle persone diversamente abili è questione di fondamentale importanza, così come il diritto alla Vita Indipendente”.

Addirittura nel programma risulta identica la parte dove propone a Palermo di "coinvolgere i giovani segratesi, incluse realtà come il Centro Sociale Baraonda, nella programmazione e realizzazione di iniziative culturali ed artistiche"...

Ma non finisce qui. Perché La Vardera propone anche di “sfruttare le potenzialità dell’Idroscalo, che ha per ragioni storiche e geografiche il suo baricentro nel nostro Comune, per favorire la partecipazione dei cittadini segratesi alle sue attività sportive e ricreative”. E ancora, nel campo dello sport, un’idea singolare: “Premiazioni degli 'atleti segratesi dell’anno' per bambini e ragazzi”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X