Controlli a tappeto al campo rom di Palermo, denunce e un arresto - Le immagini

PALERMO. Blitz ieri dei carabinieri della compagnia di San Lorenzo, supportati dagli uomini del 12° Battaglione Sicilia, dalle unità cinofile e da un elicottero del N.E.C., con un controllo presso il campo nomadi della Favorita, col contributo dei vigili del Fuoco e della polizia municipale. Un latitante è stato arrestato, molti sono stati trovati senza permesso di soggiorno.

Le operazioni previste hanno permesso di identificare 73 persone e di effettuare 45 perquisizioni domiciliari durante le quali i militari hanno arrestato Sebastian Dibrani,  43 enne di origine slave, sul quale pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla procura di Messina nel 2010.

Doveva scontare ancora otto mesi di carcere.  Nel corso dei controlli, 69 persone sono state denunciate per invasione di terreni. Un trentenne serbo è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti. Circa venti, sprovvisti di documenti, sono stati identificati tramite la rilevazione di impronte digitali; fra questi, quattro donne sono risultate clandestine sul territorio nazionale per cui sono state avviate le procedure per il rimpatrio. Dodici auto sono state sequestrate, perché prive di assicurazione.

© Riproduzione riservata

Correlati