IN APPELLO

"Fondi della Regione usati per fini propri", condannati titolari dell'Addaura Reef

Addaure reef, regione, truffa, Palermo, Cronaca
Tribunale di Palermo

PALERMO. La corte d'appello di Palermo ha  confermato la condanna a un anno e mezzo di carcere ciascuno  inflitta in primo grado ai titolari della «Calanica snc», la  società che gestiva il lido balneare Addaura Reef, Daniele Di  Gregoli e Corrado Caronna.

Erano accusati di truffa ai danni  della Regione. In primo grado venne dichiarata prescritta  l'accusa di abuso d'ufficio che era stata loro contestata in  concorso con due funzionari comunali, prosciolti appunto per la  prescrizione del reato.   Secondo l'accusa, il Comune avrebbe assegnato all'Addaura  Reef la concessione dell'area dello stabilimento senza gara  pubblica. Inoltre Di Gregoli avrebbe usato per fini propri e non  per la bonifica delle coste i 228mila euro avuti dai fondi Por  regionali. L'inchiesta partì da un esposto anonimo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X