SERIE A

Il Palermo affonda sotto il diluvio: l'Inter passa al "Barbera"

di

PALERMO.  Anche l’Inter sbanca il Barbera e dà probabilmente il gancio fatale al Palermo. Un gol di Joao Mario decide la gara e in virtù della vittoria dell’Empoli sull’Udinese, la salvezza a questo punto diventa un miraggio, undici punti di differenza e un Palermo che si è probabilmente reso conto di non avere più le forze per reagire.

E dire che la formazione di Corini non ha sofferto tantissimo, l’Inter non è apparsa irresistibile, bastava un pizzico di concentrazione in più in difesa e il pari poteva essere alla portata. Nella ripresa invece su un assist strepitoso di Candreva è arrivata la zampata di Joao Mario che ha ancora una volta approfittato della disattenzione difensiva rosanero.

Il Palermo non ha mai tirato in porta, la squadra rosanero ci ha provato, ha cercato di fare male ai nerazzurri ma quando ti mancano i giocatori di qualità, il risultato non poteva essere diverso. Aveva ragione Zamparini quando sosteneva due settimane fa che il Palermo era virtualmente retrocesso, ma la colpa di tutto questo è ovviamente sua, scelte scellerate e una ferma intenzione a non irrobustire la rosa. Sarà dura trovare anche spunti di interesse per questa seconda parte di campionato. La cronaca: Corini conferma le previsioni della vigilia, 3-5-1-1 con Quaison a supporto di Nestorovski, Inter con Candreva, Perisic e Icardi. Curva nord superiore deserta, il tifo organizzato fa sciopero.

Piove copiosamente sul Barbera. Il Palermo dà segnali di ripresa, Rispoli appoggia per Nestorovski che da buona posizione non riesce a concludere in porta. Al 12’ Inter vicina al vantaggio, bella palla per Icardi che stoppa al centro dell’area ma tira debolmente su Posavec. Il Palermo tiene bene il campo, la formazione nerazzurra invece cerca di imporsi. Al 22’ Candreva va vicino al gol, conclusione forte ma addosso a Posavec che respinge. Al 27’ conclusione di Brozovic parata di Posavec e Icardi sul tap-in mette alto. Il Palermo lotta su ogni palla facendo pressing sui centrocampisti nerazzurri. I rosa recriminano per una trattenuta ai danni di Nestorovski ma le immagini dicono che non c’è rigore. Al 45’ punizione a giro di Icardi, palla però decisamente alta.

Ripresa, nessun cambio per i due allenatori. Regna l’equilibrio, il Palermo appare solido sia in difesa che a centrocampo. Al 53’ Gagliardini spara alto da ottima posizione, occasione nerazzurra. Al 60’ Gagliardini per Icardi, deviazione con la punta dell’argentino e parata decisiva di Posavec. Il gol dell’Inter arriva al 65’, gran cross di Candreva, Joao Mario, appena entrato, sbuca dalle retrovie e batte Posavec. Corini mette dentro Balogh al posto di Bruno Henrique. I rosa hanno nette difficoltà a portarsi in avanti, manca una logica nella manovra. C’è spazio anche per Diamanti nel finale. Inter che resta in dieci per il doppio giallo ad Ansaldi, bruttissimo scontro di gioco con Nestorovski. Il Palermo prova l’assalto finale, ma non porta a nulla, espulso anche Gazzi nei secondi finali. Finisce 1-0 per l’Inter, Palermo ancora al tappeto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X