ACCORDO RAGGIUNTO

Almaviva, annullati i trasferimenti da Palermo a Rende

PALERMO. Raggiunto al Mise l'accordo per evitare i trasferimenti dei lavoratori a Rende. L'intesa è stata siglata alla presenza del vice ministro Teresa Bellanova, e dei segretari nazionali e provinciali dei sindacati e dell'azienda Almaviva.

«Sono stati annullati i trasferimenti perchè Exprivia si è convinta ad assumere altre 30 persone per la gestione della commessa Enel. Gli altri lavoratori rimangono in Almaviva. Appena saranno comunicate le dimissioni dei 30 lavoratori per il passaggio ad Exprivia, Almaviva annulla i trasferimenti», dice il segretario della Slc Cgil Maurizio Rosso.

«L'accordo è stato siglato, siamo soddisfatti, è stato raggiunto finalmente un equilibrio e abbiamo percorso a fatica questa strada ma alla fine è prevalsa la ragione e soprattutto ha vinto la volontà di assicurare la salvaguardia dei lavoratori e del lavoro nel territorio - aggiunge Rosso -

Evitato il disastro che poteva comportare un trasferimento del genere per i lavoratori. Apprezziamo la ragionevolezza delle aziende, ovviamente, e esprimiamo apprezzamento per il lavoro svolto dal governo.

Adesso cominciamo a costruire quei percorsi di politica industriale che mettano in evidenza l'importanza di questo settore per il sistema Paese».

"Esprimiamo soddisfazione per l'accordo che abbiamo raggiunto al ministero dello Sviluppo economico sul futuro dei lavoratori della sede Almaviva di Palermo», dice Antonio Vitti, componente della segreteria nazionale dell'Ugl Telecomunicazioni, al termine dell'incontro.

"Su richiesta delle organizzazioni sindacali, Exprivia ha dato disponibilità ad assumere altri 30 lavoratori, impegnati nella commessa Enel, ritirando il provvedimento di trasferimento a Rende una volta che saranno comunicate le dimissioni e avverrà il passaggio ad Exprivia".

«Dopo tante proteste e incertezze - conclude Vitti - finalmente la vertenza si chiude positivamente».

«Siamo molto contenti del raggiungimento di questa intesa», ha commentato il sindaco Leoluca Orlando che ne ha dato la notizia nel corso della premiazione di Palermo a Capitale italiana dei Giovano 2017.

«L'amministrazione comunale ha costantemente seguito la situazione per scongiurare che tante lavoratrici e lavoratori vedessero una così pesante penalizzazione della propria condizione con un trasferimento forzato presso altra sede.

Per loro c'è ora la possibilità di guardare al futuro con maggiore serenità. - ha aggiunto - Un risultato che dopo tanti mesi chiude in modo positivo una lunga vicenda che ha tenuto col fiato sospeso migliaia di lavoratori e famiglie nella nostra città».

Per l'assessore Giovanna Marano, si tratta di «una grande notizia che apre la strada affinchè Palermo diventi anche capitale italiana dei call center».

«Positivo l'impegno del Governo che è intervenuto su entrambe le Aziende per trovare una soluzione che eviti i trasferimenti», dice Eliana Puma della segreteria nazionale della first Cisl commentando l'esito dell'incontro al ministero dello sviluppo economico sul nodo dei trasferimenti dei lavoratori di Alma viva Contact da Palermo a Rende.

«Exprivia - prosegue - si impegna ad assumere 30 risorse ed altrettante sono quelle che Almaviva si è impegnata a mantenere, annullando i trasferimenti. Entro il 20 Gennaio saranno formalizzate le proposte che dovranno essere accettate entro e non oltre il 23 Gennaio. I lavoratori prenderanno servizio il 1 febbraio».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook