L'INCHIESTA

Energia pulita e tangenti alla Regione, confessa ex assessore

di

PALERMO. L’inchiesta si allarga. Il mediatore che è al centro di tutto, Vincenzo Salvatore Sucato, ex assessore ai Lavori pubblici del Comune di Santa Flavia, fa ammissioni, così come il dirigente della Regione Salvatore Rando, sospeso per sei mesi dalle funzioni.

Gli accertamenti puntano ora pure su lavori e finanziamenti relativi a fonti di energia rinnovabile, realizzati in tutte le province dell’Isola.

E il Gip sta per decidere sulla richiesta avanzata dalla Procura, riguardante l’interdizione anche per la società coinvolta nella vicenda della corruzione all'assessorato regionale all'Energia: il pm Claudia Ferrari vuole far sospendere i contratti che la Rtr Holdings II srl ha con la Regione e vuole anche impedire all'azienda di stipularne di nuovi, sempre con l’amministrazione di Palazzo d’Orleans.

Indagine in pieno svolgimento, dunque, mentre il Tribunale del riesame conferma gli arresti domiciliari per Sucato e il Gip Walter Turturici valuta la richiesta di esclusione della multinazionale, per un anno, da ogni tipo di finanziamento, agevolazione e contributo pubblico, per quel che riguarda gli impianti nel territorio siciliano.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI PALERMO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X