PALERMO

Tafferugli per far fuggire un ladro, sospesa licenza a un locale

di

PALERMO. E’ stata sospesa la licenza la locale il “Miracolo” per 15 giorni nel quartiere della Vucciria. Il questore Guido Longo ha sospeso la somministrazione di bevande ed alimenti ai sensi dell’art 100 del T.u.l.p.s.,. che prevede l’applicazione di tali provvedimenti in caso anche in caso di gravi disordini.

La vicenda è relativa ai tafferugli che i si sono verificati nella notte tra il 21 e il 22 agosto durante il tentativo di identificazione da parte degli agenti della polizia di un ladro. In quell'occasione è avvenuta un’aggressione a un agente che stava fermando il rapinatore di una ragazza. Ma gli avventori del locale avrebbero protetto la fuga del giovane ladro.

Dalla ricostruzione effettuata dai poliziotti, è sarebbe emerso il coinvolgimento degli avventori del locale “Miracolo”, che per agevolare la fuga del fermato, si sarebbero scagliati contro i poliziotti, tirandoli in un primo momento all’interno del locale. Gli agenti sarebbero stati poi scaraventati fuori. La folla presente avrebbe anche insultato poliziotti sul posto e il dj del Miracolo avrebbe alzato ulteriormente il volume contribuendo a creare una situazione ancor più critica per l’ordine e la sicurezza pubblica.

La vicenda sarebbe nata da una lite tra giovani ubriachi: domenica 21 alle 4 del mattino è scoppiata una lite fra due gruppi di ragazzi in piazza Garraffello. Prima insulti, poi sono cominciati a volare i primi pugni e mentre i giovani si picchiavano, ecco che il ladro ne avrebbe approfittato per prendere la borsa a una ragazza. La giovane ha chiesto aiuto e ha denunciato il furto alla polizia. La vittima ha segnalato agli agenti il responsabile che poco dopo è stato preso e ammanettato dagli agenti. A questo punto gli avventori del locale il “Miracolo” si sarebbero intromessi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X