Arrivati a Palermo 364 migranti, tra loro bambini e donne incinte

PALERMO. È attraccata al molo Puntone del porto di Palermo la nave Chimera della Marina militare comandata da Umberto Bulleri, con a bordo 364 migranti (tra loro due bambini e quattro donne, due incinte) soccorsi in questi giorni al largo della Libia. Provengono tutti da paesi a sud del Sahara. L'operazione di accoglienza è coordinata dalla Prefettura. Al molo ci sono anche i poliziotti della squadra mobile.

Intanto, un migrante, ancora non identificato, sbarcato ieri al porto commerciale di Augusta dalla nave Aliseo insieme ad altri 794 extracomunitari, è morto la notte scorsa nell'ospedale Muscatello di Augusta dove era stato ricoverato. L'uomo sembra soffrisse di una malattia rara, la sindrome emolitico uremica, caratterizzata da anemia, mancanza di piastrine e sofferenza renale. Il migrante era stato identificato solo dal numero 252 nave Grecale.

La Procura della Repubblica ha incaricato il medico legale Giuseppe Caldarella di eseguire l'autopsia all'obitorio dell'ospedale di Lentini, dove la salma è stata trasferita stamane. Altri migranti sono ricoverati all'ospedale Muscatello, ma non sono in gravi condizioni.

Intanto il Gruppo interforze di contrasto all'immigrazione clandestina, coordinato dal sostituto commissario Carlo Parini, ha fermato cinque migranti con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, ed altri 4 migranti potrebbero essere fermati nelle prossime ore. Sarebbero gli scafisti dei cinque distinti recuperi effettuati ieri nel canale di Sicilia.

immagini di Marco Gulà

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X