Via Crucis in strada a Palermo fra stupore e commozione

PALERMO. Il profumo intenso dei fiori. La commozione palpabile della gente. Gli occhi sbalorditi dei turisti. Il Cristo morto dentro l’urna e la Vergine Addolorata, portati in spalla da giovani fedeli. Le strade palermitane come tradizione si sono trasformate, ieri sera, in palcoscenici all’aperto per la via Crucis del venerdì Santo.

Il teatro per eccellenza è stato, come sempre, il centro storico, in cui hanno sfilato statue, figuranti e lunghe code di cittadini che hanno ripercorso il pellegrinaggio svolto da Gesù prima della sua crocifissione. L’esibizione struggente realizzata dalla chiesa di Sant’Isidoro Agricola, che si trova in via Luigi Cadorna, è stata una delle prime che ha dato il via alle processione del venerdì Santo.

La rappresentazione della confraternita di Maria Santissima Addolorata dei Fornai, è la più famosa in città. Si svolge all’aperto su un palco installato di proposito in via Cadorna. Così coinvolgente da far commuovere chiunque, perfino chi non sposa la religione cristiana.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE  

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X