SERIE A

Al Napoli basta un rigore di Higuain, non riesce l'impresa al Palermo di Novellino

di

PALERMO. Partiamo dall’unico fattore positivo, la reazione del Palermo c’è stata. La squadra rosanero ha quantomeno corso maggiormente e ha provato a giocarsi la partita. Il risultato però non cambia, perché il Napoli espugna il Barbera 0-1 grazie al gol di Higuain su calcio di rigore alquanto opinabile.

Il Palermo continua a perdere anche con il neo allenatore Novellino, ma al Barbera questa sera la mission era davvero impossibile, e contro i partenopei non è facile per nessuno. Vero che ci sono ancora varie cose da aggiustare, ci sarà tantissimo lavoro ancora per Novellino, ma il Palermo ha dato un segno di vita, è in coma, ma non morto.

I rosanero hanno anche avuto la palla del pareggio con Vazquez e c’è voluto un grande Reina per salvare la porta partenopea. Il Napoli ha avuto difficoltà a costruire gioco e azioni e quindi seppur sia una magra soddisfazione il merito è anche della formazione palermitana che deve continuare su questa strada e cercare di essere ancora più offensiva possibile, perché a questo Palermo servono i gol.

La cronaca: Novellino manda in campo due trequartisti – Quaison e Vazquez – e una punta, Alberto Gilardino. Torna Struna, confermato Chochev. Nel Napoli tridente con Callejon, Insigne ed Higuain. Subito dopo due minuti il Napoli sfiora il gol, cross non smanacciato bene da Sorrentino, raccoglie Insigne che però non inquadra la porta. Il Napoli gioca meglio, inizia a far scorrere palla e al 13’ ha un’altra occasione, palla in mezzo ma Higuain di testa non ci arriva per questione di centimetri.

Al 21’ però cambia tutto, Andelkovic e Albiol si trattengono in area di rigore rosanero, Rocchi decide che è rigore, decisione comunque opinabile. Higuain trasforma senza problemi per il vantaggio Napoli. Il Palermo è sfilacciato, non riesce a creare gioco, al 37’ Gilardino però fa sponda per Vazquez che angola, Reina salva miracolosamente. Il Napoli termina il primo tempo avanti per 1-0. Ripresa, al 48’ Higuain viene lanciato da Allan ma tira addosso a Sorrentino da posizione defilata. Novellino opta per il primo cambio, fuori Gilardino per Djurdjevic.

I rosanero pensano troppo e il Napoli li aggredisce come al 54’ quando Jorginho apre per Insigne che però tira male e addosso a Sorrentino. La reazione dei rosa quantomeno c’è, la squadra rispetto alle altre gare corricchia ed è ovvio che contro questo Napoli è dura per tutti. Al 66’ Quaison viene anticipato di testa dopo un bel cross di Vazquez, poi ancora Napoli con Higuain che tenta la via della doppietta e del raddoppio con un pallonetto che si spegne sopra la traversa. Entra anche Balogh, ma non cambia nulla, vince il Napoli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X