PALERMO

The Brass Group, dalla Regione 300 mila euro: il presidente interrompe lo sciopero della fame

Ignazio Garsia ha iniziato la sua protesta davanti a Palazzo D'Orleans quattro giorni fa contro lo stop ai contributi per il Brass stabiliti dalla manovra finanziaria

Palermo, the bass group, Palermo, In Sicilia così

PALERMO.  Il presidente della fondazione The Brass Group, Ignazio Garsia, che da giovedì protesta davanti a Palazzo D'Orleans, sede della Presidenza della Regione, ha deciso di interrompere lo sciopero della fame iniziato quattro giorni fa contro lo stop ai contributi per il Brass stabiliti dalla manovra finanziaria.

La decisione è stata assunta dopo l'incontro con il governatore siciliano Rosario Crocetta, che gli ha assicurato l'anticipo di risorse agli enti che avevano ottenuto contributi nel 2015 dalla Regione. Per il Brass si tratta di circa 300 mila euro.

«Il presidente - dice Garsia, che per giorni è rimasto davanti al Palazzo, dove era stato portato un pianoforte a mezza coda - ha anche assicurato che la Regione intende accelerare i tempi per il bando che permetterà agli enti esclusi di partecipare per avere un contributo e che si farà carico di un progetto organico di legge sul principio di parità dei generi musicale. Il finanziamento riconosciuto al Brass nel 2015 ammonta a 300 mila euro, esattamente quanto guadagnano due alti dirigenti della Regione. Con questa somma il Brass gestisce una scuola di musica jazz, il museo, l'orchestra e le due strutture dello Spasimo e del Santa Cecilia e occupa 50 dipendenti».

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Palermo: i più cliccati