Favorita, riprende il cantiere: zone limitrofe in tilt. I lavori potrebbero allungarsi - Video

PALERMO. Riprendono oggi i lavori per la riqualificazione del parco della Favorita di Palermo. Da questa mattina parte la seconda fase dei lavori che si dovrebbero concludere venerdì, anche se è possibile che i tempi siano più lunghi, proseguendo pure la prossima settimana. E’ prevista la chiusura del traffico in viale Ercole dalle 9 alle 16. Tutte le autovetture in direzione Palermo e provenienti da viale Ercole, saranno dirottate su viale Diana, in cui è stato invertito il senso di marcia. Il transito da Palermo verso Mondello sarà assicurato attraverso Viale del Fante, che oggi vede la presenza di un tappeto di automobili.

Agli automobilisti la polizia municipale consiglia percorsi alternativi come viale Regione Siciliana, viale Olimpo, Via Lanza di Scalea, Pallavicino ed Addaura. Le pattuglie della polizia municipale garantiranno il presidio negli snodi principali per gestire il traffico e dare indicazioni agli automobilisti durante gli orari di chiusura del traffico.

I lavori sono iniziati l’1 marzo e subito il  traffico in zona è andato in tilt.  Infatti i cittadini non erano ben informati perché  l’ordinanza di chiusura al traffico veicolare per un primo step di lavori di manutenzione, che era stata emessa solo il giorno prima.

Purtroppo molti cittadini non sapevano degli orari di chiusura, perciò, il traffico nella zona del parco della Favorita è andato in tilt. Quattro pattuglie di vigili urbani sono state impiegate per dirigere il traffico.

Il giorno successivo già il traffico  all'interno del parco della Favorita a Palermo si è regolarizzato. Il sindaco Orlando ha infatti posticipato l’inizio dei lavori alle 9  per ridurre gli ingorghi. Nonostante questo  lunghe code  si sono concentrate nelle strade che circondano l'area verde. Auto incolonnate già da via Cassarà, la strada che da piazza Giovanni Paolo II (ex piazza Alcide De Gasperi), di fronte lo stadio Renzo Barbera, s’immette poi in viale Del Fante fino a via Imperatore Federico.  A complicare la situazione anche la presenza di tir, provenienti dal porto.

immagini di Salvatore Militello

© Riproduzione riservata

Correlati