SERIE A

Zamparini: "Futuro? Diverse cordate interessate alla società"

di
Il presidente: "Vazquez in campo col Bologna. Lui al Milan? Solo ipotesi"

PALERMO. Blitz a Palermo. Maurizio Zamparini, a due giorni dalla gara di domenica del Barbera contro il Bologna, raggiunge il capoluogo siciliano per incontrare Iachini e squadra in vista di una sfida quasi fondamentale. Il presidente rosanero si è soffermato anche a parlare con i giornalisti: “Sto qui due giorni con la squadra. Ci sono ancora 12 gare fondamentali per la salvezza e dobbiamo fare i punti che ci mancano. Le mie sensazioni non sono buone perché è un brutto Palermo, ma non per gli allenatori o i giocatori. Lo è per un momento psicologico”.

Zamparini vuole vederci chiaro, vuole capire come poter far rialzare la sua squadra. Dubbi di formazione per Iachini, Vazquez ci sarà, come annuncia lo stesso patron: “Vazquez sta bene, ieri si è allenato e non ha alcun problema. Per noi è importantissimo, ci mancherebbe che stia fuori anche lui oltre a Goldaniga, Sorrentino e Lazaar. A quel punto giocherei io con Iachini da mediano. Con Berlusconi abbiamo parlato di lavoro, di queste cose se ne occupa Galliani. Non so dove andrà, sono ipotesi ormai e il calcio non è fatto di ipotesi”.

Zamparini ribadisce che questo sarà il suo ultimo anno da presidente, il presidente rosanero inoltre sottolinea che ha speso tanto per il club di Viale del Fante: “Sono stanco di questo calcio, ho una certa età. Sono in contatto con diverse agenzie, ho dato mandato di prendere il Palermo. Possono pagarlo anche in 10 anni ma devono avere un progetto: sono interessate persone di grande livello. L’Italia può essere terreno di sbarco per loro ma hanno paura del sistema del nostro Paese. Io ho messo nel Palermo 100 milioni, chiunque può vedere nei bilanci e può vedere dove sono andati i soldi. Io sono trasparente, alcuni siti e alcuni giornali danno notizie sbagliate”.

Zamparini parla di cordate interessate al Palermo: “Ci sono diverse cordate cinesi, arabe e americane. Vediamo un po’. Gerolin è tornato dall’Argentina, lì ha visionato diversi giocatori. Non è il direttore sportivo in questo momento. Il capo degli osservatori abita vicino da me, siccome non aveva un buon rapporto con Iachini lui rimane a casa per evitare ogni perplessità”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X