Palermo, erbacce e incuria attorno alla lapide che ricorda Borsellino e la sua scorta

TRAFFICO / 459

  • Gianfranco Cascone da via Ammiraglio Gravina
    Abito in via Ammiraglio Gravina, all’incrocio con via Principe di Scordia, in prossimità dell'interruzione al traffico di via EmericoAmari. Da quando si è decisa la chiusura di questa strada di notevole importanza (sia per lo scorrimento del traffico, sia per il passaggio dei turisti che sbarcano a Palermo dalle navi da crociera), la zona è diventata quasi invivibile a causa dell'inquinamento acustico. Infatti, decine di mezzi pesanti (tra questi tantissimi pullman turistici), sono costretti a manovre improbabili per svoltare obbligatoriamente in via Principe di Scordia nelle due direzioni (sia verso Borgo Vecchio che verso P.zza Ignazio Florio). Da qui decine di automobilisti incolonnati, in attesa che i mezzi riescano nell'impresa di riuscire a svoltare, non trovano di meglio che usare il clacson all'impazzata per sfogare la propria rabbia. Per i residenti in zona, vi assicuro, non è una cosa facile da sopportare... L'alternativa potrebbe essere quella di deviare il traffico dei mezzi pesanti provenienti da via Amari (Politeama), in via Roma direzione stazione e poi eventualmente da via Cavour direzione mare se sono destinati al porto.

 

  • Ettore Calandrino da via Emerico Amari
    Segnalo il disservizio creato dopo la chiusura di via Emerico Amari verso il porto, cosa che costringe gli automobilisti provenienti dal lato mare a percorrere la via Ammiraglio Gravina fino alla via Roma, unica possibilità per tale bisogna. Ho suggerito invano che venissero aperte le vie Principe di Belmonte, Principe di Granatelli e Stabile, al fine di fare defluire il traffico in maniera più logica ed organica; ma evidentemente gli addetti allo stesso, complicato dal flusso veicolare proveniente da via Stabile verso via Emerico Amari, non se ne curano, limitandosi ad accorrere con il carro attrezzi quando proprio non ne possono fare a meno e, tra l'altro, costretti dalle varie zone rimozione esistenti tra le vie suddette e la piazza Ignazio Florio.

 

POTATURE/ 161

  • Maurizio da via Francesco Cilea
    In via Cilea, c'è questa lapide in ricordo di Paolo Borsellino e della sua scorta completamente invasa dalle erbacce.

 

  • Rosaria da via Enrico Fermi
    Volevo segnalare che nell'aiuola dello spartitraffico in via Enrico Fermi da lungo tempo, diversi mesi, vi sono alcuni rami caduti dagli alberi. Io mi chiedo ma quanti mesi dobbiamo ancora attendere prima che la Rap rimuova questi 4 rami.

 

SANITà/77

  • Antonina Nangano con un sms
    Sono una mamma molto arrabbiata di una bambina gravemente disabile,sono risentita con l'asp 6 di Palermo che ha avuto la brillante idea di dare in appalto ad una ditta,la Santex,della fornitura dei pannolini per disabili .Pannolini di qualità scadente che oltre a procurare allergie e dermatite alla bambina,ledono la sua dignità e la sua privacy.Parlo anche a nome di tanti altri genitori con cui abbiamo deciso di protestare lunedì mattina 15 febbraio alle ore 10 presso la direzione generale di via Giacomo Cusmano.

Segnalate alla pagina Facebook di Ditelo a Rgs, su Twitter @diteloargs o via mail a ditelo@gds.it. Per scrivere al sito: web@gds.it.

© Riproduzione riservata