PALERMO

Arrestato per pedofilia, concessi i domiciliari a don Elice

Li sconterà in un centro di cura di Roma

PALERMO. Il gip di Palermo Roberto Riggio ha concesso gli arresti domiciliari, presso la struttura romana in cui si stava sottoponendo a una cura, a don Roberto Elice, il sacerdote palermitano accusato di avere molestato tre minorenni quando era parroco nel capoluogo siciliano.

Il gip, che ha accolto la tesi del legale dell'indagato, l'avvocato Mario Zito, ha ritenuto che non ci fossero più né pericolosità sociale, né rischi di reiterazione del reato e ha tenuto conto del fatto che don Roberto si è autodenunciato alla Curia che l'ha trasferito un anno fa, appunto, in un centro che si occupa di casi analoghi.

La distanza della struttura, che è comunque chiusa, escluderebbe anche il ripetersi di condotte simili da parte del l'ex parroco. A denunciarlo fu la madre di due delle vittime, due fratelli adolescenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X