IL CASO

Volatili di Villa d'Orleans, via allo sgombero di oltre mille esemplari

di
Un’operazione che ha già scatenato l’ira dell’ex gestore, Salvatore Lauricella, che lancia l’allarme

PALERMO. Gli uccelli di Villa D’Orleans a Palermo si preparano a lasciare il parco. Martedì alle 13 scatterà il maxi-sgombero di oltre mille esemplari tra pappagalli, fenicotteri, gru, aironi e altri animali rari autoctoni ed esoltici.

Un’operazione che ha già scatenato l’ira dell’ex gestore, Salvatore Lauricella, che lancia l’allarme: “Gli esperti – dice – hanno spiegato al governo regionale che gli animali vanno trasferiti a ottobre o novembre perché nei mesi estivi c’è troppo caldo e in quelli invernali troppo freddo. La vita degli animali è in pericolo”.

L’operazione è stata però già programma in forza di una sentenza del Cga, epilogo di un lungo scontro tra la società di Lauricella e il governo guidato da Rosario Crocetta iniziato nel 2012, col taglio del contributo da circa 264 mila euro.

Lauricella gestisce l'area da 60 anni, da quando cioè  fu creata dall’ex presidente Alessi e dal padre, celebre ornitologo.

Nell’ultimo anno la battaglia legale ha interessato il trasferimento degli animali. Pesci, pappagalli, fenicotteri, gru, aironi, uccelli rari, c’è persino l’avvoltoio capovaccaio, estinto in Sicilia ma che nel parco è tornato a riprodursi. Da martedì lasceranno Villa d'Orleans.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X