Palermo, Cronaca
Lucio e Francesco Mancuso
CARABINIERI

Spaccio a Falsomiele, sorpresi padre e figlio

di

PALERMO. I carabinieri hanno arrestato due uomini, sorpresi con dosi di cocaina e hashish nel quartiere Falsomiele di Palermo. I due sono padre e figlio: Lucio Mancuso, di 57 anni, e Francesco, di 25 anni. Sono accusati di detenzione e spaccio di 89 dosi di cocaina per un totale di 75 grammi, e 41 pezzi di hashish paria 60 grammi.

I carabinieri hanno notato, nella zona di largo dello Storno, Francesco Mancuso mentre era intento ad armeggiare vicino al motore esterno di un condizionatore. I militari hanno visto che il ragazzo stava prelevando un involucro di medie dimensioni, per poi riporlo all’interno del motore del condizionatore. Il giovane ha ripetuto più volte il prelievo. Intanto alcune persone si avvicinavano a lui e si allontanavano velocemente.

A quel punto i carabinieri si sono avvicinati al condizionatore e hanno verificato la presenza di droga. Intanto Francesco Mancuso si era allontanato facendo perdere le proprie tracce.

I militari hanno deciso così di suonare al campanello dell’abitazione della famiglia Mancuso. La madre del giovane ha aperto la porta ma il figlio non era in casa. Intanto i carabinieri hanno sentito il rumore della chiusura di una porta e di passi sulle scale. Al terzo piano hanno trovato il padre del giovane, Lucio, che stava salendo una rampa di scale che dal suo appartamento porta al solaio.

L’uomo alla vista dei militari ha cominciato ad agitarsi da qui la decisione di procedere alla perquisizione che ha permesso di trovare una scatola di scarpe in cartone, al cui interno erano custodite 89 dosi preconfezionate in buste di cellophane, tutte chiuse con nastro adesivo di colore verde e nero.

Intanto Francesco Mancuso si presentava presso la caserma dei carabinieri Villagrazia confessando di aver spacciato droga. Per i Mancuso sono sono stati convalidati gli arresti con rito direttissimo. Il Gip ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di firma in caserma per Lucio Mancuso, mentre per il figlio Francesco la misura cautelare degli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Palermo: i più cliccati