LAVORO

Disoccupazione, a Palermo sono seimila i lavoratori rimasti «vittima» della crisi

di

I posti persi nell’edilizia come nel commercio, ma pure nel turismo: gran parte rimasta fuori dagli ammortizzatori sociali

Palermo, Cronaca

PALERMO. Sono seimila i lavoratori palermitani rimasti senza lavoro nei settori che vanno dall’edilizia al commercio, dal turismo ai servizi. Gran parte di questi è rimasta fuori pure dall’ombrello degli ammortizzatori sociale, mentre le vertenze per salvare i posti di lavoro aumentano a dismisura.

Un quadro desolante e drammatico che coinvolge principalmente gli ex dipendenti delle aziende chiuse per crisi, un dossier zeppo di numeri negativi e preoccupanti di una debacle economica che sta lasciando sul campo di battaglia centinaia di vittime, anche a causa della nuova riforma in materia di ammortizzatori sociali, svuotata di quei contenuti che mirano alla riqualificazione e alla ricollocazione di coloro che sono usciti dal mondo del lavoro.

Sotto i riflettori c’è il taglio netto alla mobilità in deroga unico sostegno al reddito per i lavoratori che terminano il ciclo di disoccupazione o mobilità ordinaria. Ad oggi, sono circa seimila i lavoratori di tutti i settori che rischiano di non percepire la mobilità in deroga, 3800 coloro che solo grazie a una legge regionale, in deroga al decreto del governo, hanno potuto ricevere il sostegno del 2014, ma che non potranno averlo negli anni successivi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Palermo: i più cliccati