DAI LETTORI

Palermo, in piazza Magione ecco un «salotto» di rifiuti a pochi passi dalla chiesa

Pubblichiamo gli sms e le e-mail inviati a Ditelo a Rgs (in onda da martedì a sabato su Tgs e Rgs, vedi la pagina dei programmi TV) e alla pagina del Giornale di Sicilia su Facebook. Il numero accanto ai titoli indica le segnalazioni pervenute.

RIFIUTI/1225

  • Simone Surdo da piazza Magione
    Questo è lo stato della piazza dopo quello che si ritiene essere stato un intervento degli addetti ecologici! Però nella piazza ora abbiamo le griglie per posteggiare biciclette che nessuno avrà la pazzia di riporre e ben presto le telecamere ma solo per registrare le targhe di quei delinquenti che non pagano il pass ma che ovviamente non serviranno ad identificare i mezzi usati per scaricare l'impossibile! Il cittadino non si sentirebbe preso in giro e derubato se le basilari norme di civiltà si facessero rispettare e se gli introiti delle tasse venissero adoperati per interventi degni di essere ritenuti tali.

 

  • Claudio da via Damiani Almeyda
    Ho comunicato al numero verde Rap che la via Damiani Almeyda non viene spazzata da più di 50 giorni e chiedendone il motivo mi è stato risposto che a loro non interessa di quello che fanno gli operatori e che avevo già telefonato il giorno 13 gennaio e che dovevo avere pazienza.

 

  • Beppe Sanfilippo da via del Levriere
    Il bello di via del Levriere, a Bonagia, è che passa la spazzatrice della Rap, ma nei marciapiedi e dove ci sono le macchine posteggiate no. A questo punto che senso ha? Chi ha disposto l’impiego della spazzatrice è a conoscenza della situazione? Dovremmo ringraziare la Rap e invece ci troviamo a lamentarci per l'inutilità del servizio. Articoli a pagina 31 del Giornale di Sicilia in edicola

 

TRAFFICO/445

  • Fausto La Bianca da via Notarbartolo
    Trovarsi all'incrocio via Libertà/via Notarbartolo alle 18.35 e alle 19.25 non essere ancora giunto alla rotonda di via Leonardo da Vinci è un esempio di viabilità sostenibile?

 

BUCHE E MARCIAPIEDI/304

  • Sms firmato da via Enrico Parisi
    Marciapiede dissestato in via Enrico Parisi, all’altezza tra via Garzilli e via Principe di Villafranca (nella foto 2). Bisogna scendere per strada per proseguire, In più le strisce pedonali di via Principe di Villafranca e di via Enrico Parisi sono sempre occupate da macchine e anche le curve sono posteggi per auto rendendo quasi difficile la visuale.

 

  • Diego Gulizia da corso Vittorio Emanuele
    Il tratto di corso Vittorio Emanuele che va da Porta felice a via Roma si trova in pessime condizioni e costituisce un pericolo sia per i pedoni che per l mezzi di trasporto. Articolo a pagina 31 del Giornale di Sicilia in edicola

Segnalate alla pagina Facebook di Ditelo a Rgs, su Twitter @diteloargs o via mail a ditelo@gds.it. Per scrivere al sito: web@gds.it.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X