DAI LETTORI

Palermo, l'albero di Natale installato dal Comune in via Messina Marine è ancora lì

Pubblichiamo gli sms e le e-mail inviati a Ditelo a Rgs (in onda da martedì a sabato su Tgs e Rgs, vedi la pagina dei programmi TV) e alla pagina del Giornale di Sicilia su Facebook. Il numero accanto ai titoli indica le segnalazioni pervenute.

RIFIUTI/1222

  • Giuseppe Guaresi da via Messina Marine
    Nel periodo di Natale il Comune ha installato un albero in via Messina Marine, di fronte via Laudicina. Distrattamente, però, prima dimentica a illuminarlo e adesso di ritirarlo. Che tristezza!
  • Sms firmato da Foro Umberto I
    Siamo in Foro Umberto I ed è una cosa veramente allucinante: potano gli alberi e lasciano montagne di rami per terra e il marciapiede, così, non è più percorribile. Tutto questo è inaccettabile.

 

SANITA'/75

  • Rosalba Figà da piazza Salerno
    Ho notato una bella struttura a Villa Sofia: probabilmente era una serra o una fontana. È un dispiacere vedere che si trova in uno stato di abbandono, così come l'area verde di fronte. Perché non rendere questi spazi fruibili ai degenti o ai loro parenti? Ricreare una serra o aggiungere delle panchine e tavolini laddove c'è del verde, magari.
    Un articolo a pag. 34 del Giornale di Sicilia in edicola

 

SPIAGGE E MARE/64

  • Maurizio Dragna da piazza Valdesi
    In piazza Valdesi, a Mondello, urge intervento: c'è, infatti, un vecchio divieto di balneazione eroso dalla salsedine caduto e poggiato, ancora per poco, sulla staccionata. Accanto, poi, il palo della luce con le plafoniere staccate e tenute dai fili elettrici.

ISTRUZIONE/44

  • Sms firmato da Terrasini
    Nella nostra scuola, la sede di Terrasini del liceo Linguistico Ninni Cassarà, continuiamo ad avere problemi con i riscaldamenti che… non vengono accesi! Si attende la fornitura di gasolio. Oggi (ieri, ndr) abbiamo organizzato un sit-in di protesta.
    Di scuole parliamo a pag. 32 del Giornale di Sicilia in edicola

 

NOMADI/11

  • Alessio Di Vita da via Messina Marine
    Extra comunitari e rom hanno creato una baraccopoli presso le sponde del fiume Oreto. E' possibile, mi chiedo, che i poliziotti della municipale si avvedono della rimozione della barriera posta per proibire l'accesso al ponte Bailey e nessuno si accorge dello schifo che sta sorgendo lungo le sponde del Parco fiume Oreto? Eppure di pattuglie ne ho viste transitare tante da lì e nessuno che abbia accennato neppure a rallentare per vedere di cosa si tratta.
    Un articolo a pag. 31 del Giornale di Sicilia in edicola

Segnalate alla pagina Facebook di Ditelo a Rgs, su Twitter @diteloargs o via mail a ditelo@gds.it. Per scrivere al sito: web@gds.it.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X