A Palermo religioni diverse si incontrano, Lorefice: "Uniti nella pace" - Video

PALERMO. Un abbraccio di amicizia e dialogo. Dopo secoli di divisioni e condanne reciproche, i tempi sembrano maturi e il «miracolo» dell’unità si compie in una chiesa di periferia gremita di cattolici, protestanti, ortodossi delle più diverse confessioni. «Perché crediamo nello stesso Cristo che ha dato la vita per noi ed è il principe della pace. Questo ci accomuna - dice l’arcivescovo monsignor Corrado Lorefice, guardando ciascuno negli occhi -. In questo momento storico i cristiani siamo chiamati a essere segno di unità».

È piena di gente la parrocchia di San Basilio, in via Paruta, per la preghiera ecumenica organizzata nella Settimana per l’unità dei cristiani. Don Piero Magro, responsabile dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e per il dialogo interreligioso, ha lavorato per riunire tutti i rappresentanti delle confessioni cristiane. «È un cammino di conoscenza e amicizia che stiamo portando avanti tutti con impegno e che continuerà con visite reciproche» racconto don Magro.

A guidare la preghiera è il parroco di San Basilio, don Giuseppe Di Giovanni, che confida subito di avere un sogno «fare di questa chiesa un polo di ecumenismo». E ieri sera le prove generali sono riuscite benissimo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

Le immagini sono di Salvatore Militello. 

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X