Palermo, Unicredit dona un terreno all’università: così sarà ampliato l’Orto Botanico

PALERMO. UniCredit ha manifestato la disponibilità di donare all’Università di Palermo un terreno di proprietà della Banca con l’intento di aderire al progetto di ampliamento dell’Orto Botanico di Palermo ideato e portato avanti dall’Ateneo e dal Comune di Palermo. La notizia è stata data oggi pomeriggio nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, il rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, l’assessore al Verde del Comune, Francesco Maria Raimondo, la direttrice dell’Orto Botanico, Cristina Maria Salmeri, e per UniCredit Sebastiano Musso, Regional Manager Sicilia, e Gianni Chelo che ha ricoperto lo stesso ruolo sino al 2015 seguendo, in prima persona, l’iter di richiesta avanzata dall’Ateneo e dal Comune.

L'Orto Botanico dell'Università di Palermo è una tra le più importanti istituzioni accademiche italiane grazie a un'attività di oltre duecento anni che ha consentito lo studio e la diffusione – in Sicilia, come in Europa e in tutto il bacino del Mediterraneo – di innumerevoli specie vegetali, fra cui molte originarie delle regioni tropicali e subtropicali. Risale al 1983 il progetto di ampliare l’Orto Botanico con nuovi terreni, che si trovano nell’area compresa fra la via Tiro a Segno e la sponda sinistra del fiume Oreto, portandolo così a diretto contatto con il fiume stesso. Alcuni di questi terreni – estesi su un’area di circa 13mila metri quadri – sono oggi proprietà di UniCredit che ha manifestato la disponibilità a cederli, a titolo gratuito, all’Università di Palermo.

Enlarge Dislarge
1 / 26

Sculture

Sculture

Pasticci

Pasticci

Verde sempre verde

Verde sempre verde

Bamboo in verde

Bamboo in verde

Palme nella danza

Palme nella danza

Bamboo

Bamboo

Ninfee in gruppo

Ninfee in gruppo

Sfumature di verde

Sfumature di verde

Toni di verde

Toni di verde

La grande porta

La grande porta

Sipario

Sipario

Piccolo principe

Piccolo principe

Tronchi in nero

Tronchi in nero

Alberi e luci

Alberi e luci

Le fate rosa

Le fate rosa

La palma vezzosa

La palma vezzosa

L’istrione

L’istrione

Intrecci

Intrecci

Abbracci

Abbracci

Volo di rami

Volo di rami

Bamboo La difesa

Bamboo La difesa

Alberi in mostra

Alberi in mostra

Fantasie nel verde

Fantasie nel verde

Fiore rosso

Fiore rosso

Rami e riflessi

Rami e riflessi

Sole e foglie in guerra

Sole e foglie in guerra

“La possibilità di ampliare l’Orto Botanico di Palermo con alcuni terreni di proprietà della Banca - ha sottolineato Gianni Chelo – è tornata di attualità nella scorsa estate grazie ad alcuni articoli di stampa che hanno suscitato l’interesse dell’opinione pubblica. A fine novembre ci è quindi pervenuta da parte del Comune e dell’Ateneo di Palermo una richiesta formale di cessione dei terreni attigui all’Orto Botanico che sono di nostra proprietà, alla quale abbiamo sin da subito posta la dovuta attenzione essendo in presenza di un progetto importante per lo sviluppo della Città. Per questo motivo UniCredit ha deciso di avviare l’iter tecnico e amministrativo volto a formalizzare la donazione di questi terreni, e nel farlo ha voluto immaginare non un semplice atto di omaggio alla città, ma l’inizio di una vera e propria partnership fra la nostra Banca, l’Università degli Studi e il Comune di Palermo, imperniata sul rafforzamento di uno spazio importante per la città, non solo sotto il profilo scientifico e museale, ma anche della valorizzazione del verde pubblico, della promozione culturale e dell’attrattività turistica”.

“Solo da pochi giorni ho iniziato la mia esperienza professionale in questa regione - ha aggiunto il nuovo Regional Manager Sicilia di UniCredit, Sebastiano Musso - e mi fa molto piacere quindi poter
annunciare, insieme con Gianni Chelo, questa importante iniziativa della Banca che avviene d’intesa con il Comune e l’Università di Palermo. UniCredit oggi è primaria banca in Italia e in Europa non
solo per la sua capacità di essere fortemente innovativa nell’offerta di prodotti e servizi per la clientela, ma anche per un costante impegno volto allo sviluppo dei territori dove opera, al dialogo con le istituzioni e all’ascolto delle migliori istanze delle comunità. Avvenuta la donazione auspichiamo quindi che il progetto di ampliamento dell’Orto Botanico possa realizzarsi nei tempi attesi divenendo una leva importante di crescita e sviluppo per la città di Palermo”.

“L’iniziativa di UniCredit conferma l’importanza della sinergia fra pubblico e privato - ha commentato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando - per restituire a Palermo sempre maggiori e sempre più begli spazi di vivibilità e socialità. Il complesso dell’Orto Botanico e di Villa Giulia, già oggi ammirato da migliaia di palermitani e turisti e rinomato nel mondo per il suo altissimo valore scientifico, si arricchisce di un ulteriore tassello che ne farà sempre più uno dei biglietti da visita della città”.

Non possiamo che accogliere con gioia e grande riconoscenza questa preziosa e importante donazione da parte di Unicredit– ha sottolineato il Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari – Questi terreni, tra la via Tiro a Segno e la sinistra orografica del Fiume Oreto, rappresentano un passo fondamentale verso un traguardo atteso da tempo. Risale infatti al 1983 la proposta dei botanici palermitani di ampliamento del giardino scientifico di Via Lincoln, fermo come estensione ai 10 ettari raggiunti nel lontano 1892. I nuovi spazi non solo garantiranno l'opportunità di ampliare l'offerta didattico-divulgativa e turistica, oltre che scientifica, dell'Orto Botanico, ma offriranno un'ulteriore occasione di crescita e sviluppo per l'Ateneo, che attraverso il maggiore dei suoi Musei si pone sempre di più come centro di diffusione della cultura e di integrazione sociale e territoriale. Spazi che saranno inoltre a disposizione della socialità degli studenti e della cittadinanza, facendo di Palermo sempre più una città universitaria".

© Riproduzione riservata

Correlati