CONSIGLIO COMUNALE

Palermo, delibera sblocca concorsi: sì a trasferimenti e promozioni

di

PALERMO. L’amministrazione fa filotto e incassa il terzo successo consecutivo con l’approvazione della delibera sulle aziende. Questa volta, in una stranissima seduta nella notte fra l’1 e il 2 gennaio, si arriva al risultato con un consenso che più ampio non si può: l’unanimità. Votano sì anche il Pd e Forza Italia.

Dopo il Bilancio e il contratto di servizio di Amat (avvio del tram), la maggioranza porta a casa anche la delibera che toglie le catene al blocco delle nuove assunzioni, mobilità interaziendale, consulenze esterne e selezione sul mercato della figura del direttore generale.

Insomma, principio sì giolivo ben conduce: l’avvio del 2016 per Orlando&C. è di buon auspicio per il futuro. Considerando che con questo atto si pone fine, esattamente a sette anni di distanza (era il primo gennaio del 2009), a un’austerity formalizzata in una delibera di Consiglio, poi ulteriormente appesantita dal commissario Latella nel 2012.

La maggioranza ha sempre giustificato la necessità di questo provvedimento come un tassello fondamentale per completare il disegno del salvataggio delle ex municipalizzate. Infatti, il sindaco Leoluca Orlando dice: «In questi tre anni siamo passati da un sistema di aziende fallite o sull’orlo del fallimento ad aziende che possono tornare ad assumere e, soprattutto, agiscono sotto una sola direzione politica e di indirizzo gestionale».

 

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X