PALERMO

Nuovo bacino ai cantieri navali, manca la firma. Fiom: "Accordo o si perdono i fondi"

PALERMO. "A fine dicembre scadono i fondi stanziati dalla Regione per la realizzazione del bacino da 80 mila tonnellate dei cantieri navali. Restano le ultime ore per firmare l'accordo quadro a Roma". Lo dice la Fiom Cgil di Palermo, preoccupata dal mancato intervento delle istituzioni rispetto alla firma dell'accordo quadro che dovrebbe garantire il rilancio produttivo del cantiere navali. "Se entro il 31 dicembre Regione e Fincantieri non mettono la firma finale sull'accordo, si perdono i 50 milioni già stanziati dalla Regione, ai quali doveva fare seguito il cofinanziamento di 30 milioni da parte di Fincantieri - dicono la segretaria della Fiom Cgil Angela Biondi e Francesco Foti, Rsu Fiom del Cantiere Navale - Tutte le istituzioni sono informate, dal Mise, alla presidenza della Regione al sindaco Orlando. Rimangono ormai pochi giorni per evitare di consegnare questo stabilimento a un triste destino". Troppi i ritardi che hanno bloccato la realizzazione del mega bacino. Ritardi che svelano, secondo la Fiom, un "disimpegno" evidente di Fincantieri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X