IL CASO

Emergenza sepolture a Palermo, il Comune pensa a costruire un altro camposanto

di
Tra cento e 180 le bare che devono essere ancora tumulate. Per la nuova struttura una delibera sta per approdare in Consiglio comunale. E intanto il consorzio Aurora vuole ampliare Santa Maria di Gesù

PALERMO. All’ombra dei cipressi non c’è più posto. Nuda terra, nicchie, cappelle gentilizie, loculi: tutto occupato. I cimiteri, da queste parti, sono luoghi particolarmente affollati. Non perché si muore di più, solo perché non c’è più spazio disponibile per garantire il ritmo normale delle sepolture. E allora si accelera sui progetti dei privati per realizzare nuovi spazi cimiteriali con la finanza di progetto.

Dai Rotoli a Santa Maria di Gesù a Sant’Orsola è un’emergenza che va avanti da oltre cinque anni. E i nodi di una gestione in perenne stato d’allarme sono arrivati al pettine. La soluzione trovata nel 2010, in attesa di interventi strutturali, vale ancora oggi: l’utilizzo temporaneo di «posti» all’interno delle tombe private ad «uso deposito». Bene, si è sostanzialmente saturata anche questa via d’uscita. A oggi sono oltre cento (c’è chi le stima in 180) le bare in deposito: un numero enorme, oltre che uno spettacolo doloroso per i parenti dei defunti.

«La crisi dei posti al camposanto si supera solo costruendo nuovi cimiteri», dice caustico l’assessore Giusto Catania. Lasciando intendere che la gestione di cui lui è responsabile va avanti come al solito e che l’emergenza è tale da almeno sette anni. Nel caso dei Rotoli si sono dovuti fare i conti col problema di un forno crematorio che funziona a singhiozzo e del pericolo rappresentato dai crolli del costone roccioso di Monte Pellegrino: la caduta massi ha interdetto un’intera area: rendendo inaccessibili tremila posti su seimila disponibili.

L'ARTICOLO INTEGRALE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X