NEL 2014

Confartigianato: edilizia ko, a Palermo in un anno 1554 chiusure

di
crisi lavoro, edilizia, edilizia palermo, lavoro palermo, Palermo, Economia

PALERMO. in tutto il 2014 a Palermo, 1554 imprese artigiane hanno cessato la propria attività. Tra queste 1354 sono imprese individuali. 873 le iscrizioni. Confartigianato Palermo rende noti i dati dell'ultimo anno, durante il quale a subire le gravi ripercussioni della crisi economica è il settore dell'edilizia, con 203 cessazioni nella Costruzione di edifici e 253 nei Lavori di costruzione specializzati.

Al secondo posto, il settore del Commercio all'ingrosso e al dettaglio di riparazione di autoveicoli, con 116 cessazioni e soltanto 46 iscrizioni. Ma a chiudere sono anche le industrie alimentari: su 1185 imprese registrate, nel 2014 sono state effettuate 110 iscrizioni e 112 cessazioni. In una situazione critica anche i ristoratori: in 105 hanno chiesto la cancellazione alla camera di Commercio.

"Come associazione - dice il presidente di Confartigianato Palermo, Nunzio Reina, siamo mortificati nei confronti di chi vuole fare impresa. Si tratta di dati sconfortanti, che umiliano il lavoro di chi vuole aumentare la produttività di una città in cui, invece, si tende a penalizzare sempre le attività artigianali e commerciali. Quello che mi preoccupa di più, però, è il disinteresse della politica, che con il suo silenzio non fa altro che incoraggiare il proliferare dell'abusivismo, L'assenza di interventi e di incentivi suggerisce a chi vuole lavorare, di chiudere bottega e proseguire comunque non pagando nulla, portando avanti la propria attività in nero. Alla fine . conclude Reina - a pagarne le spese sono le imprese sane, le stesse che però hanno una durata a tempo determinato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X