Clochard picchiato a sangue a Palermo: il luogo dell'aggressione - Video

PALERMO. Nel corso della notte è stato aggredito e pestato a sangue un clochard che si riparava abitualmente sotto i portici dello stabile che ospita il Dipartimento regionale della Programmazione in piazza Sturzo nel centro di Palermo. L’aggressione è avvenuta a pochi passi dalla centralissima piazza Politeama e subito prima dell’ingresso al mercato ed al quartiere popolare del Borgo Vecchio. L’uomo è in gravi condizioni anche se ancora i sanitari non si sono pronunciati. L’aggressione è stata estremamente violenta tanto da lasciare a terra tracce di sangue dell’uomo aggredito. Sul posto si trovano i carabinieri che stanno eseguendo accertamenti ed indagini.

I portici del Dipartimento Programmazione sono una sorta di riparo naturale nel quale i senza tetto trovano un posto per evitare la pioggia. Negli ultimi anni sono talmente aumentati di numero da costringere la Regione a realizzare dei cancelli per chiudere il porticato all’esterno ed evitarne l’invasione. i senza tetto trovano comunque riparo a ridosso di questi cancelli e sono numerosi la sera avvolti in coperte di fortuna spesso sporche e malandate. Il clochard picchiato a Palermo è un indiano di 40 anni.

Ieri sera era stato rapinato di circa 7 euro che aveva addosso. Si era preso un calcio. Era intervenuta la polizia e avrebbe rifiutato le cure mediche. All’alba la seconda aggressione. Il migrante senza fissa dimora sarebbe stato preso a calci e pugni. Sono intervenuti i carabinieri che insieme al personale del 118 lo hanno trasportato all’ospedale Villa Sofia con diverse echimosi al volto e dolori in tutto il corpo. L’uomo sarebbe stato preso a calci perché sanguinante si trovava sotto i portici. Qualcuno gli aveva detto di andare via. Ma lui dolorante era rimasto lì. Da qui l’aggressione.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X