SERIE A

Palermo, Iachini allontana il mercato: "Dobbiamo pensare soltanto alla Roma"

di
Il tecnico rosanero: "Sono le classiche partite che possono cambiare la stagione"

PALERMO. Sono le classiche partite che possono davvero cambiare il volto del campionato. Arriva la big Roma, il Palermo vuole giocarsi le sue carte, non sarà facile, ma i rosa ci vogliono provare. Tanti dubbi per Iachini, soprattutto in difesa, ancora in dubbio la presenza di Munoz: “Oggi abbiamo un’altra seduta di allenamento, poi da stasera e da domani avremo un colloqui col ragazzo per capire a livello psicologico come sta affrontando il momento – dice in sala stampa Iachini -  deciderò poi il da farsi. Si stanno evolvendo le situazioni dei ragazzi in scadenza, alcuni hanno firmato, per gli altri vedremo cosa accadrà. Se ci dovesse essere una situazione di imbarazzo la attenzioneremo. Zamparini dice che se non firma non giocherà più? Sono cose della società che prima o poi si prenderanno in esame. Se l’offerta fatta non sarà accettata a quel punto bisognerà fare altre valutazioni. Giocare lo stesso anche senza rinnovo? Lo potremo capire col tempo. E’ principalmente una questione di testa. Ci sono però dei margini per un accordo, quindi aspettiamo”.

Dybala domani ci sarà, a meno di improvvise ricadute: “Domani mattina vedremo meglio quale sarà la sua situazione. La sua assenza ha pesato? Beh, il fatto è che è successo talmente all’improvviso che Belotti non ha quasi avuto il tempo di scaldarsi e già doveva essere in campo – sottolinea Iachini - è una situazione che non capita spesso, nell’immediato e sul piano psicologico può aver dato una scossa. Però dobbiamo metabolizzare quanto accaduto e lavorare di squadra per capire se Paulo potrà essere negli undici o no”. Contro la Roma servirà una prestazione gagliarda: “Dovremo fare una gara attenta e concentrata, hanno tanti giocatori che in un fazzoletto possono creare la superiorità numerica e risolvere la partita. Servirà una prestazione importante. Per atteggiamento e mentalità siamo questi, giochiamo per fare un gol più degli altri, non possiamo cambiare. Magari per fare un pareggio servono due gol, può capitare, soprattutto quando affronti giocatori molto validi. Alla fine del campionato tireremo le somme su quanto saremo stati bravi a farlo”. Infine sul rinnovo di Vazquez: “Già lo sappiamo da tempo che c’è l’accordo col suo entourage,c’erano segnali positivi e quindi eravamo sicuri che sarebbe andato tutto a buon fine. Bene per il ragazzo che potrà giocare con ancor più coinvolgimento per il Palermo”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X