COMUNE

Precari Asu, slitta la stabilizzazione: a Palermo proroga dei contratti

di
Delusi i 287 lavoratori. I sindacati: sono stati illusi. L’amministrazione: «Problema tecnico, non c’è nessun intento discriminatorio»

PALERMO. Ci sono 287 lavoratori del bacino Asu al Comune che attendevano di essere stabilizzati. Incontri sindacali, pubbliche dichiarazioni, speranze e legislazione mutata favorevolmente avevano lasciato supporre che sotto l’albero quest’anno avrebbero potuto trovare il contratto che attendono da tutta la vita professionale.

Ma Natale è passato e a fine anno in regalo dalla giunta hanno ricevuto solo una semplice proroga dell loro vecchia posizione. Cioè, ciò che è accaduto negli anni passati, senza l’agognato passo in avanti. Il sindaco, Leoluca Orlando, qualche mese fa annunciò che la fine del rischio default e un allentamento dei vincoli aveva portato alla situazione che si poteva dire addio al precariato e soprattutto - sia pure limitatamente all’area tecnica - si poteva addirittura tornare ad assumere attraverso concorsi pubblici.

Proprio sulla dirigenza è stato addirittura pubblicato il bando per la selezione dei professionisti a tempo determinato. Per i lavoratori Asu «palermitani» - in tutta la Sicilia se ne contano oltre 6.000 e ricevono l’indennità dalla Regione - si sperava che il 2015 potesse essere l’anno della svolta.

L'ARTICOLO INTEGRALE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X