Palermo, il portiere Sorrentino respinge le voci di trasferimento al Bologna: Zamparini ha detto no - Video

PALERMO. Stefano Sorrentino, portiere del Palermo e a sorpresa uomo-mercato rosanero, respinge le voci di trasferimento, anche se lascia sempre uno spiraglio aperto a prossime proposte. In una lunga conferenza stampa, l'estremo difensore ha spiegato che la trattativa col Bologna è stata "stoppata dal presidente Zamparini". "Da qui a fine gennaio - ha aggiunto - ce ne possono essere altre, non c'entra però solo la distanza da casa. La trattativa col Bologna c'è stata ed è stata chiusa, non definitivamente perché non sappiamo cosa può succedere. Il presidente ha detto no e a me va bene così, punto e basta. Sono tranquillo e sereno, sto benissimo a Palermo, altrimenti le prestazioni sarebbero altre". Sorrentino ha chiarito, soprattutto, che non ha chiesto di andare via.

"Leggerne di cotte e di crude, alla mia età, mi snerva un po' - ha ribadito - Non voglio inoltre che si metta in mezzo la mia famiglia. Ho letto che la mia compagna vive a Bergamo, in realtà sta a Palermo. A Torino ho le mie figlie e se mi muoverò lo farò per loro, che sia domani mattina, che sia tra un anno o tra tre anni. Non sono io che mi metto sul mercato, altrimenti cercherei il Real Madrid, il Manchester United o il Barcellona. Se in ogni mercato si parla di Sorrentino è per le prestazioni". Sull'introduzione dell'occhio di falco per dirimere la questione dei gol-fantasma, Sorrentino è d'accordo. "Se penso all'episodio di Udinese-Roma a me sembra gol, ma con la tecnologia sapete bene che non ci sarebbero polemiche - ha concluso - Per me la tecnologia va bene su cose limitate, tipo questa del gol. Per altre cose invece si potrebbero modificare le regole e far svolgere ad arbitri ed assistenti il loro lavoro in maniera più semplice". Servizio di Marco Gullà

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X