PALERMO

«Fattoria sociale» per creare sviluppo: accordo tra Terna e padre Garau

di
L’azienda leader nel campo dell’energia affiderà in comodato d’uso una tenuta di 15 ettari dove avviare servizi e attività

PALERMO. Uno dei «big» del terzo settore palermitano e un’azienda leader nel campo dell'energia stringono un patto per creare lavoro, sviluppo, promozione del territorio e dei più deboli. Terna Rete Italia investe sull'associazione Jus Vitae fondata da don Antonio Garau, prete di frontiera e oggi parroco di San Paolo a Borgo Nuovo, e affida in comodato d'uso per dieci anni circa 15 ettari con alcuni immobili nei comuni di Partinico, Ciminna e Fulgatore, nelle zone adiacenti alle stazioni elettriche, per realizzare una «fattoria sociale».
Jus Vitae utilizzerà i terreni e gli immobili per sviluppare e gestire un'iniziativa di impresa sociale in grado di svolgere attività produttive integrate con l'offerta di servizi culturali, educativi, assistenziali, formativi e occupazionali a vantaggio dei soggetti deboli e in grado di autofinanziarsi, ma Terna si impegna a ristrutturare in un anno tutti gli immobili e metterli a disposizione dell'associazione. L'accordo è stato firmato a Palermo da don Garau e dall'amministratore delegato di Terna Gianni Vittorio Armani.
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X