Pd, a Palermo vota solo chi è iscritto all'albo delle precedenti primarie

Lo scrive Giampietro Sestini, segretario della Commissione nazionale di Garanzia del partito, dopo l'esposto di tre candidati, Bernardo Mattarella, Alessandra Siragusa e Antonino Russo sulle votazioni per le candidature al Parlamento
Palermo, Politica

PALERMO. «Nella provincia di Palermo possono votare alle primarie del Pd per le candidature al Parlamento soltanto le elettrici e gli elettori compresi nell'albo delle primarie di Italia Bene Comune». Lo scrive Giampietro Sestini, segretario della Commissione nazionale di Garanzia del partito, dopo l'esposto di tre candidati, Bernardo Mattarella, Alessandra Siragusa e Antonino Russo. La commissione ha appreso che «l'anagrafe degli iscritti al PD nella provincia di Palermo non è stata validata dalla Commissione provinciale di Garanzia e che il relativo prospetto è stata trasmesso all'Organizzazione nazionale soltanto in data 18 dicembre 2012» e «vista l'urgenza e la conseguente impossibilità di ulteriori approfondite verifiche sul  tesseramento 2011 per la provincia di Palermo, per evitare contenziosi e turbative nella fase delle operazioni di voto del 30 dicembre» ha deciso che gli elettori sono quelli compresi nell'albo delle primarie di Italia Bene Comune. A Palermo allestito un gazebo in piazza Politeama.


DOVE SI VOTA OGGI: Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Puglia, Basilicata, Sicilia, Sardegna.      

SEGGI APERTI DALLE 8 ALLE 21. A prescindere dal giorno del voto, i seggi, istituiti per lo più nei circoli del Pd, saranno aperti dalle 8 alle 21.      


© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X