Rifiuti, si va verso l'emergenza nel Palermitano

Ai mezzi di raccolta e agli autocompattatori dell'Ato è stato interdetto il conferimento nella discarica di Mazzarrà S. Andrea (Me) perchè l'Ato è moroso per un milione e 900 mila euro e non è in grado di pagare perchè a sua volta è creditore di 19 milioni verso i comuni
Palermo, Archivio

PALERMO. Si profila un'emergenza rifiuti  nei 16 comuni del Palermitano gestiti dall'Ato «Ecologia e  Ambiente». Ai mezzi di raccolta e agli autocompattatori della  società è stato interdetto il conferimento nella discarica di  Mazzarrà S. Andrea (Me) perchè l'Ato è moroso per un milione  e 900 mila euro e non è in grado di pagare perchè a sua volta  è creditore di 19 milioni verso i comuni.     Il blocco dei conferimenti è scattato due giorni fa. Il  commissario dell'Ato, Giuseppe Norata, ha disposto la  prosecuzione della raccolta fino al riempimento dei mezzi che  man mano si fermeranno. In alcuni paesi delle Madonie e nei  comuni di Termini Imerese e di Cefalù si stanno già formando  cumuli di rifiuti lungo le strade.      I comuni più morosi sono quelli di Termini Imerese (oltre  otto milioni) e di Cefalù (oltre tre milioni e mezzo). Con  alcune amministrazioni, ha detto Norata, si sta cercando di  concordare un piano di rientro. Ma finora non ci sono stati  nuovi versamenti. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook