Marina militare, tre navi aperte al pubblico

Fino al 5 novembre al porto , Orione, Sfinge e Cassiopea. Potranno essere visitate sabato e domenica, festa delle Forze Armate, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18
Palermo, Archivio

PALERMO. Da oggi al 5 novembre tre navi della Marina militare italiana, Orione, Sfinge e Cassiopea, sosteranno nel porto di Palermo e saranno aperte alle visite  sabato e domenica, festa delle Forze Armate, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.    
Le tre unità, che appartengono al comando delle forze da pattugliamento per la sorveglianza e la difesa costiera (Comforpat) di Augusta, retto dal contrammiraglio Domenico Di Capua, sono impegnate nella 258/a sessione della scuola comando navale. La sosta nel porto di Palermo, cui seguirà dal 9 al 12 novembre una sosta a Trapani, s'inquadra nell'ambito di un'intensa attività addestrativa teorica e pratica della durata di circa sei settimane, al termine della quale gli undici Tenenti di Vascello che frequentano la Scuola Comando conseguiranno l'idoneità al Comando Navale.    
Il Pattugliatore Orione è la seconda unità della classe "Costellazioni 2/a serie", realizzata nel 2002 presso i Cantieri Navali di Riva Trigoso e consegnata alla Marina Militare nel 2003. I sistemi automatizzati ed informatici di cui l'Unità è dotata, hanno consentito una sensibile riduzione dell'equipaggio la cui consistenza è di circa 70 militari.    
La Corvetta Sfinge è stata consegnata alla Marina Militare nel 1988. Nel corso degli anni ha partecipato a numerose attività operative in ambito nazionale e internazionale ed è stata frequentemente impiegata nelle operazioni di Vigilanza Pesca. La nave, che può contare su un equipaggio di circa 100 persone, è da sempre impiegata anche in attività connesse alla formazione del personale. Il pattugliatore Cassiopea è la prima di quattro unità della classe "Costellazioni 1/a serie". E' stata costruita nei cantieri navali del Muggiano e consegnata alla Marina Militare nel 1989. Realizzata nell'ambito della Legge N. 979 del 31 dicembre 1982, meglio nota come "Legge sulla difesa del mare", è stata specificamente equipaggiata per la lotta all'inquinamento marino. La nave ha un equipaggio di circa 65 persone, può imbarcare un elicottero tipo AB 212 e dal punto di vista operativo è principalmente impegnata nell'attività di vigilanza pesca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook