Termini, in fiamme un deposito della raccolta differenziata

Rogo in un capannone della Vetri Sud nella zona industriale. In azione una ventina di squadre di vigili del fuoco. Per spegnere le fiamme presa acqua dall'ex stabilimento Fiat
Palermo, Cronaca

TERMINI IMERESE. Fiamme e paura ieri sera a Termini Imerese. Un vasto rogo ha divorato un capannone della società Vetri Sud nella zona industriale.
Si tratta del deposito della raccolta differenziata. A fuoco diverse tonnellate di rifiuti. Per precauzione nella zona è stata staccata l'energia elettrica.
Sono intervenute una ventina di squadre dei vigili del fuoco, la Protezione civile e i carabinieri. Per domare l'incendio, i vigili del fuoco hanno riempito le autobotti all'interno dell'ormai ex stabilimento Fiat di Termini, aperto in via eccezionale. I carabinieri indagano sul rogo. Si temono rischi ambientali.



AGGIORNAMENTO DELLE 9.20. Sono ancora a lavoro nel deposito di rifiuti della raccolta differenziata "Ato 5 Ecologia e Ambiente" a Termini Imerese (Pa) i vigili del fuoco che stanno spegnendo gli ultimi focolai del grande rogo divampato ieri sera e proseguito per tutta la notte. Per domare l'incendio che ha interessato centinaia di tonnellate di rifiuti provenienti dalla differenziata, soprattutto materiale plastico, sono intervenute numerose squadre dei vigili del fuoco che hanno lavorato con difficoltà considerato che dal materiale in fiamme si è alzata una nube di fumo tossico. Appena i focolai saranno spenti i periti e i tecnici dei pompieri cercheranno di stabilire le cause delle fiamme. Lo scorso agosto un incendio doloso ha distrutto due mezzi dell'Ato 5 a Isnello (Pa).


AGGIORNAMENTO DELLE 9.56. L'incendio di tonnellate di rifiuti differenziati nel deposito di Termini Imerese ha provocato un'alta colonna di fumo nero ad alta concentrazione di diossina. Per i tecnici dell'Arpa, che sono intervenuti al fianco dei vigili del fuoco, c'è un alto rischio ambientale. L'Arpa sta perciò controllando la direzione del fumo e la sua composizione in vista di interventi di emergenza. Anche se le fiamme sono state domate, continuano le emissioni tossiche dalla massa del materiale bruciato che viene raccolto su un piazzale all'aperto. La situazione è seguita anche dai tecnici del servizio ambiente del Comune. I rifiuti erano accatastati sul piazzale e nei capannoni della Vetri Sud, la società che gestisce il trattamento del materiale speciale. Con le fiamme, che nella notte erano visibili dalla città e dall'autostrada, si è levata anche una densa colonna di fumo nero. Si è temuto che si ripetesse un danno ambientale simile a quello che ha interessato questa estate la discarica di Bellolampo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook