Scioperi e cortei crescono, i bus soffrono: le attese diventano eterne

Dal 16 settembre è entrato in vigore il piano invernale dell’Amat ma la situazione non è migliorata. Attese anche di un’ora sotto la pensilina e i cittadini preferiscono andare a piedi quando le distanze non sono eccessive. La protesta a Ditelo a Rgs
Palermo, Cronaca

PALERMO. Sempre più scioperi e cortei nel capoluogo, i bus soffrono della situazione e le attese per i pendolari diventano eterne. Non solo. Dal 16 settembre è entrato in vigore il piano invernale dell’Amat ma la situazione non è migliorata. Attese anche di un’ora sotto la pensilina e i cittadini preferiscono andare a piedi quando le distanze non sono eccessive. Intanto l’assessore Giuffrè e l’assessore Cesare La Piana stanno lavorando per il piano di riordino generale. I pendolari sono esasperati e fanno sentire la loro voce. La protesta a Ditelo a Rgs.

"Il piano sarà esaminato in giunta - dice l'assessore La Piana - per essere attuato. C'è quello invernale ma è fatto sulle 90 linee teoriche, che non possono essere gestite da pochi autobus. Non ci saranno nel piano reale linee con frequenze di un'ora, servite da un solo autobus. Ci saranno meno linee ma aumenterà la frequenza di quelle più utilizzate".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X