Amia, nel bilancio 2012, oltre 20 milioni di perdite

I dati contabili forniti da Sebastiano Sorbello uno dei tre Commissari straordinari della società partecipata che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti. Nei giorni scorsi i commissari hanno avviato le procedure di licenziamento per 301 dipendenti

PALERMO. L'Amia, la partecipata che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti a Palermo, nel 2011 avrebbe accumulato perdite per 16 milioni di euro, che salirebbero a più di 20 milioni nel 2012.
Sarebbero questi alcuni dei dati contabili forniti da Sebastiano Sorbello uno dei tre Commissari straordinari della società, nominato dal ministero dello Sviluppo economico, durante la riunione congiunta delle commissioni consiliari del Comune di Palermo Bilancio e Partecipate.
L'Amia è in amministrazione straordinaria dal 2010 e per il 12 ottobre è prevista l'udienza, nella quale il tribunale fallimentare potrebbe decidere se accettare la proposta di concordato o in alternativa dichiararne il fallimento. "Il commissario Sorbello ha fornito dei dati anche se non ufficiali - precisa il consigliere dell'Idv Maurizio Lombardo, componente della Commissione Partecipate e dipendente di Amia- sulla società, durante la riunione ha manifestato anche delle perplessità ritenedo che l'udienza del 12 ottobre potrebbe slittare, perché per motivi tecnici il ministero potrebbe non non riuscire a presentare il concordato".
Nei giorni scorsi i commissari hanno avviato le procedure di licenziamento per 301 dipendenti di Amia e della controllata Amia essemme.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook