Affitti in nero a studenti, 38 denunce

Molti poprietari non hanno dichiarato i ricavi percepiti dalla locazione agli universitari, per circa 200 mila euro

PALERMO. Nell'ambito dell'intesa tra Università di Palermo e guardia di finanza - principalmente, ma non solo, mirata alla scoperta di truffe da parte di chi attesta false condizioni di disagio economico per ottenere esenzioni dal pagamento delle tasse - sono stati inviati 320 questionari ad altrettanti studenti residenti fuori provincia, chiedendo loro dettagli in merito all'eventuale locazione di appartamenti nella città, il canone corrisposto e le modalità di pagamento: solo grazie alle prime risposte pervenute sono stati individuati 23 proprietari che non hanno dichiarato i ricavi percepiti dalla locazione agli studenti, per circa 200 mila euro.
In un caso, il proprietario di un immobile del centro storico che ha affittato per 6 anni consecutivi il suo appartamento a 4 studenti universitari, ricavandone 30 mila euro, nonostante avesse registrato il contratto d'affitto, ha omesso di dichiararne i relativi introiti al fisco. Sono già 38 le denunce inoltrate dalla Gdf all'autorità giudiziaria per i reati di truffa e falso a carico di coloro che hanno autocertificato fittizie condizioni reddituali ed economiche.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X