Frode ed evasione fiscale, scattano i sequestri

Nel mirino della guardia di finanza una società che opera nel settore delle scommesse, 13 immobili, 9 terreni e una sala bingo in via dei Cantieri, già confiscata alla mafia nel 2005
Palermo, Cronaca

PALERMO. Una società operante nel settore delle scommesse, 13 immobili e 9 terreni sono stati sequestrati a Palermo dalla guardia di finanza. Tra i beni anche una sala bingo, in via dei Cantieri a Palermo, già sequestrata nel 2005 alla mafia ed assegnata nel 2010 proprio a questa società perché potesse riprendere l'attività secondo canoni di trasparenza e legalità. Il provvedimento è stato emesso dal pm Calogero Ferrara del pool antievasione fiscale della Procura della Repubblica di Palermo, coordinato dal procuratore aggiunto Ignazio De Francisci, nei confronti dell'amministratore della società, Elio Lupo, 35 anni, che era stato arrestato a luglio con le accuse di estorsione, appropriazione indebita e truffa aggravata ai danni dello stato. Gli investigatori hanno ora accertato la mancata presentazione delle dichiarazioni fiscali del 2009 e la presentazione di dichiarazioni infedeli per il 2010 con imposte evase per oltre 700 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook